• Programmatic
  • Engage conference

Improve Your Marketing

A cura di Mapp

Improve Your Marketing è la rubrica a cura di Mapp, nata allo scopo di fornire spunti e use case ai marketer che sono alla costante ricerca di idee per innovare il proprio piano di comunicazione e di fidelizzazione dei clienti

26/03/2021
di Mapp

Client retention: campagne di riattivazione ed exit intent pop-up

Siamo arrivati quasi al termine di questa rubrica e come potrai notare dalle tattiche condivise questa settimana, siamo giunti alla fase della cosiddetta “customer retention”, ossia quella fondamentale parte del rapporto con i clienti in cui si cerca di tenerli quanto più fidelizzati nel tempo.

Ovviamente è impossibile fare in modo che tutti siano sempre ingaggiati, qualcuno si perde inevitabilmente per strada. L’importante per un’azienda è il monitoraggio continuo del livello di engagement, così da poter eventualmente avviare campagne di riattivazione per risvegliare i cosiddetti “clienti dormienti”. Ma non solo. Se un utente risulta poco coinvolto nel corso dei mesi, forse è il caso di non continuare a inviare comunicazioni che con molta probabilità non saranno nemmeno lette. Ecco perchè è importante “pulire” spesso le liste di invio: da una parte contatti chi effettivamente vuole essere contattato, dall’altra non incidi negativamente sulle performance di deliverability. Banalmente, raggiungi l’inbox di chi ti vuole ricevere ed eviti che utenti non ingaggiati segnalino le tue email come spam, invece di disiscriversi.

Andiamo a scoprire nel dettaglio le tattiche di questa settimana:

Pulizia delle liste

Pulisci il database clienti eliminando contatti che non reagiscono alle comunicazioni marketing. Continuare a contattare utenti che non si dimostrano interessati abbasserà le performance generali di tutte le campagne e abbasserà la tua reputazione di deliverability. Eliminandoli non solo ridurrai i costi di invio, ma potrai focalizzarti su chi davvero ti vuole ascoltare.

Campagne di riattivazione

Invia messaggi di riattivazione a clienti che abbandonano una possibile conversione. Si tratta di un’azione fondamentale soprattutto quando il cliente dimostra in modo significativo l’intento di chiudere una transazione e il valore della stessa è importante sia per l’azienda che per il cliente.

Exit intent pop-up  

Mostra un overlay quando un utente è in procinto di lasciare la pagina senza aver completato l’acquisto, quando muove il mouse per chiudere la finestra del browser oppure quando il motore di intelligenza artificiale prevede un'alta probabilità di abbandono della sessione.

Il consiglio degli esperti: come nell’esempio, piuttosto che richiedere semplicemente l’indirizzo email, spiega il valore aggiunto dell’iscrizione alla newsletter per i clienti.