• Programmatic
  • Engage conference

11/03/2021
di Alessandra La Rosa

Xandr e IAS ampliano la partnership all’insegna del targeting contestuale

Gli inserzionisti che utilizzano la DSP Xandr Invest avranno accesso ad oltre 300 segmenti di targeting contestuale, utilizzabili per pianificare e ottimizzare le campagne

IAS amplia la collaborazione con Xandr all'insegna del targeting contestuale

IAS amplia la collaborazione con Xandr all'insegna del targeting contestuale

Integral Ad Science (IAS), società specializzata nella verifica degli annunci digitali, ha annunciato un ampliamento della partnership con il player di programmatic advertising Xandr, in virtù della quale la DSP Xandr Invest offrirà adesso ai propri clienti sia la funzionalità di “contesto da evitare” che il targeting contestuale di IAS su tutti gli acquisti in programmatic.

Gli inserzionisti che utilizzano Xandr Invest potranno avere accesso ad un elenco accurato di oltre 300 segmenti di targeting contestuale di IAS, utilizzabili per posizionamenti in contenuti appropriati e per l’ottimizzazione delle campagne di programmatic in pre-bid.


Leggi anche: IAS CONTINUA LA SUA CRESCITA: ELISA LUPO NOMINATA MANAGING DIRECTOR PER SPAGNA, ITALIA E PORTOGALLO


"La crescita del programmatic continua a superare le aspettative e, collaborando con Xandr, stiamo aiutando un maggior numero di inserzionisti a ottenere risultati ancora migliori per le loro campagne, con i più recenti strumenti contestuali", ha affermato Lisa Utzschneider, CEO di IAS. "Il contesto non è mai stato così rilevante per i marketer nell'attuale panorama della pubblicità e adesso hanno un maggior controllo per garantire il contesto più adatto per le loro campagne direttamente all'interno della DSP Invest di Xandr."

Uno studio recente di IAS ha rilevato che l'80% dei consumatori ritiene che i messaggi pubblicitari in linea con i contenuti adiacenti influiscano sulla loro percezione del brand. Con Context Control, IAS offre a chi acquista pubblicità in programmatic tramite Xandr Invest, “una precisione senza precedenti per il targeting di contenuti contestualmente rilevanti per le loro campagne”, spiega IAS in una nota, e la capacità di evitare contenuti non adatti al loro marchio, il tutto in maniera scalabile. Questi strumenti sono disponibili inizialmente per le campagne in italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo, con altre lingue in arrivo.


Leggi anche: PROGRAMMATIC ADVERTISING, LE 5 TENDENZE DI CUI SI PARLERÀ NEL 2021


Con questa integrazione si amplia la collaborazione esistente tra IAS e Xandr, che include controlli su brand safety, ad fraud e viewability.

"Oggi vediamo più marketer che prediligono il targeting contestuale e i contesti da evitare, il che rende il nostro maggior lavoro con IAS ancora più rilevante", ha affermato Dylan McBride,  Head of Global Partnerships, Xandr. "I nostri inserzionisti cercano la trasparenza e i controlli per eseguire le loro campagne su contenuti affidabili, e questo è esattamente ciò che offre IAS".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI