• Programmatic
  • Engage conference

10/04/2020

Go Tv, nel primo bimestre pubblicità a +5,5%

In questi giorni, i principali circuiti televisivi situati negli ambienti del trasporto pubblico diventeranno il veicolo di un messaggio nazionale di sostegno verso coloro che si recano al lavoro

La Go TV, ovvero i circuiti televisivi situati negli ambienti del trasporto pubblico, ha chiuso il primo bimestre del 2020 con una raccolta pubblicitaria in crescita del 5,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. Lo comunica l’Osservatorio FCP-Assogotv, l’organismo fondato in seno a Fcp di cui fanno parte Class Pubblicità, Grandi Stazioni Retail e Vidion, le tre principali concessionarie presenti nel comparto. Nel dettaglio, i dati evidenziano per il mese di febbraio un fatturato totale di 1,18 milioni di euro, che porta il progressivo dell'anno a 2,29 milioni di euro, appunto il 5,5% in più rispetto al corrispettivo 2019.   Per Angelo Sajeva, presidente FCP-Assogotv, "La Go TV conferma a febbraio il suo ruolo strategico nei piani media e tv delle aziende con una crescita combinata delle settimane di on air e dei clienti e dei settori coinvolti che hanno portato la Go TV ad un incremento vicino al double digit (+9,1%) in un mercato degli investimenti che non appare così vivace". "Il Coronavirus a marzo ha solo momentaneamente modificato la mobilità degli Italiani a seguito del lockdown - prosegue Sajeva -. E' da sottolineare che in queste settimane la Go TV ha continuato ad informare e ad accompagnare un target meno numeroso ma molto prezioso, ovvero quello delle persone che lavorano per le attività essenziali e strategiche, che si muovono per andare negli ospedali e per assistere i malati. Come, in primis i nostri medici e i nostri infermieri e tutto il personale e gli addetti alla distribuzione dei prodotti alimentari e di prima necessità, che attendono di tornare ad essere protagonisti della libertà di movimento degli italiani. A tutte queste persone va il nostro grande e sincero Grazie; proprio la tipologia del target dell’attuale mobilità enfatizza l’aspetto valoriale della Go TV, media affine per comunicare campagne sociali e di informazione, campagne di ringraziamento e di pubblica utilità nonché relative ai prodotti e servizi della filiera agro - alimentare e dei farmaceutici". La Go TV diventa, in questi giorni, veicolo di un messaggio di un contenuto nazionale: "nelle stazioni, nelle metropolitane, negli aeroporti e nelle aree di ristoro delle autostrade si distingueranno le note dell’inno nazionale e dell’aria lirica 'Nessun dorma', mentre più di 6.000 bandiere sventoleranno portando colore e fiducia in questi luoghi di transito per rendere un omaggio a chi ogni giorno ci assicura con il proprio lavoro, i prodotti e servizi essenziali", informa Sajeva.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI