• Programmatic
  • Engage conference

11/05/2021
di Alessandra La Rosa

Magnite, il fatturato cresce del 67% nel primo trimestre 2021

Circa un terzo dei ricavi proviene dalle tv connesse. Ma la percentuale è destinata ad aumentare, con il contributo della neo-acquisita SpotX

Positivo inizio 2021 per Magnite

Positivo inizio 2021 per Magnite

Inizio d’anno positivo per Magnite. La società di programmatic advertising ha totalizzato nel primo trimestre 2021 60,7 milioni di dollari di ricavi, in aumento del 67% rispetto allo scorso anno.

Attualmente circa un terzo del fatturato proviene dalle tv connesse. Un settore, questo, su cui la SSP sta spingendo moltissimo in questi ultimi mesi, complice anche l’acquisizione di SpotX lo scorso aprile, un’operazione con cui Magnite punta a posizionarsi come una piattaforma di monetizzazione di punta nel mondo della CTV.


Leggi anche: UN ANNO CHE HA CAMBIATO TUTTO: MAGNITE AL PROGRAMMATIC DAY


La trimestrale di Magnite non tiene ancora conto dei numeri di SpotX, che comunque dal canto suo ha totalizzato nei primi tre mesi del 2021 un fatturato (esclusi i costi di acquisizione del traffico, ossia il pagamento di società terze per la vendita di spazi pubblicitari) di 31,2 milioni di dollari. Di questa cifra, 19,7 milioni provengono da CTV, un dato in crescita del 70% anno su anno. Se sommati ai risultati di Magnite, la tv connessa avrebbe rappresentato il 35% del fatturato complessivo della società, in aumento del 53% rispetto all’anno scorso.

I numeri positivi di Magnite lasciano ben sperare per le performance future della società. Per il prossimo trimestre (che includerà anche il business di SpotX), si stima un giro d’affari tra i 92 e i 96 milioni di dollari, con ricavi da CTV in aumento del 90%.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI