• Programmatic
  • Engage conference

21/09/2020
di Alessandra La Rosa

IAS amplia la collaborazione con Verizon Media all’insegna del targeting contestuale

Grazie a nuove funzionalità disponibili nella DSP, gli inserzionisti potranno migliorare la loro capacità di posizionare gli annunci all’interno di contenuti appropriati

ias-integral-ad-science.jpg

Integral Ad Science (IAS) ha annunciato oggi un ampliamento della sua collaborazione con Verizon Media. La DSP di Verizon Media offrirà infatti adesso sia la funzionalità di “contesto da evitare” che il targeting contestuale di IAS per gli acquisti pubblicitari in programmatic.

La DSP di Verizon Media ha reso questa funzione disponibile quest'estate, rendendo Verizon il primo partner DSP di IAS ad offrire entrambe le funzionalità.

“Le funzionalità di targeting contestuale di IAS offrono agli inserzionisti l'accesso ad un elenco accurato ed esteso di oltre 100 segmenti di targeting contestuale – spiega la società in una nota - che possono essere utilizzati per posizionamenti in contenuti appropriati e ottimizzare le campagne di programmatic in pre-bid - questo integra i controlli di IAS esistenti sulla brand safety e sul contenuto da evitare”.


Leggi anche: DA "SICURO" AD "APPROPRIATO": ELISA LUPO DI IAS CI SPIEGA COS'È LA BRAND SUITABILITY E PERCHÉ È IMPORTANTE


«IAS è entusiasta di collaborare con Verizon Media per ottenere risultati delle campagne su programmatic perfino migliori per gli inserzionisti - ha affermato Lisa Utzschneider, CEO di IAS -. I segmenti pre-bid di targeting contestuale di IAS sono ora disponibili direttamente all'interno della DSP di Verizon Media. Ciò significa che i marketer non devono più scegliere tra la scalabilità delle loro campagne e i contesti più adatti per i messaggi delle loro campagne. Ora diamo loro la possibilità di avere entrambi».

I consumatori hanno maggiori probabilità di interagire con un annuncio pubblicitario posizionato accanto a contenuti che siano in linea con il messaggio della campagna o i valori del brand. Il Context Control di IAS, spiega la società, offre una precisione senza precedenti per il targeting di contenuti contestualmente rilevanti per i posizionamenti di campagne di programmatic.

«Con l'enorme quantità di contenuti disponibili online, che coprono un'ampia gamma di argomenti, interessi e settori, sempre più marketer stanno adottando il targeting contestuale - ha affermato Greg MacDonald, VP, Marketplace Partnerships di Verizon Media -. Sapere che la tua campagna è in esecuzione insieme a contenuti affidabili e attesi è fondamentale. Il rafforzamento del nostro rapporto con IAS per offrire sia il contesto da evitare che segmenti di targeting offre ai nostri inserzionisti maggiore flessibilità e trasparenza nei loro acquisti omnicanale».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI