• Programmatic
  • Engage conference
  • Engage Play
19/07/2022
di Alessandra La Rosa

Broadsign arricchisce la sua offerta per il Programmatic OOH con un nuovo tool di Header Bidding

La soluzione promette di massimizzare la monetizzazione degli spazi pubblicitari raggruppando la domanda proveniente da varie SSP

Broadsign.jpg

Broadsign, piattaforma tecnologica specializzata nella pubblicità Out of Home (OOH) in programmatic, ha arricchito la propria offerta con Broadsign Reach Header Bidder, una soluzione che consente ai proprietari di media OOH di raggruppare e gestire aste pubblicitarie in programmatic che coinvolgono molteplici SSP esterne.


Leggi anche: TUTTE LE ULTIME NEWS SUL DOOH


Invece della attuale modalità con cui si riserva uno slot unico per ogni SSP partner, questa nuova soluzione apre la strada a un approccio one-to-many che consentirà ai publisher, spiega la società in una nota, di semplificare le operazioni pubblicitarie, massimizzare il valore dell’offerta e aumentare il fill rate indipendentemente dalla SSP coinvolta nella transazione.

Diversi proprietari di media OOH hanno testato la soluzione come parte di un programma beta chiuso in Europa, Nord America e Australia, e la soluzione è ora disponibile gratuitamente per i clienti del tool Broadsign Reach con un contratto attivo. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI