• Programmatic
  • Engage conference

30/07/2021
di Caterina Varpi

Amazon, trimestrale sotto le attese ma la pubblicità vola a +83%

Il fatturato si è attestato a 113,08 miliardi di dollari, al di sotto dei 115,2 miliardi previsti dagli analisti. I ricavi della divisione "Other" raggiungono i 7,9 miliardi

amazon.jpg

Trimestrale peggiore delle attese per Amazon per la prima volta da tre anni a questa parte.

Il fatturato si è attestato a 113,08 miliardi di dollari, al di sotto dei 115,2 miliardi previsti dagli analisti. La crescita del giro d'affari è stata pari al 27% su base annua, in rallentamento rispetto al +41% del secondo trimestre del 2020, quando l'aumento delle vendite era dettato soprattutto dalle restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19. 

Dopo la comunicazione dei risultati, il titolo di Amazon è crollato fino ad oltre il 7% nelle contrattazioni dell'afterhours di Wall Street.

Bene la pubblicità: i ricavi della unit "Other" sono risultati in aumento dell'83% rispetto al pari periodo dell'anno precedente raggiungendo i 7,9 miliardi di dollari (lo stesso giro d'affari ottenuto dagli abbonamenti, comprese le sottoscrizioni per Prime): la società ha spiegato nella nota relativa ai conti che sono state introdotte oltre 40 nuove funzionalità, anche self service, per venire incontro alle esigenze dei clienti. La crescita è stata molto più marcata sia rispetto allo stesso trimestre del 2020 (+41%), sia rispetto ai primi tre mesi del 2021 (+77%). Dopo aver chiuso il 2020 con una quota del mercato pubblicitario digitale negli Stati Uniti pari al 10%, la share di Amazon nel settore continua così ad aumentare. 

Buoni risultati quindi anche per Amazon Web Services, la divisione cloud computing, che ha raggiunto 14,8 miliardi di dollari di entrate, +37% anno su anno, arrivando a rappresentare circa il 60% del reddito operativo totale nell’ultimo trimestre per Amazon.


Leggi anche: NASCE AMAZON ADVERTISING PARTNER NETWORK


Per il terzo trimestre, Amazon prevede un fatturato compreso tra 106 e 112 miliardi di dollari, in crescita tra il 10% e il 16% su base annua, ma al di sotto dei 119,2 miliardi previsti dagli analisti.

Anche Pinterest ha ottenuto oggi risultati peggiori delle attese, pur con un forte progresso del business pubblicitario, mentre nei giorni scorsi a sorprendere il mercato in positivo sono stati i conti di FacebookGoogleTwitter, SnapMicrosoft e Spotify.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI