• Programmatic
  • Engage conference

OneDay Post-it

A cura di OneDay

Piccole news ad alto impatto raccontate da OneDay Group! Dagli approfondimenti sull'ecommerce, passando per le novità dal mondo della comunicazione, fino ai temi che riguardano le nuove generazioni. Post-it è uno spazio di condivisione perchè è grazie alla contaminazione che nascono idee innovative e non convenzionali!

29/10/2021
di Manuele Valocchia, Digital Marketing Specialist di ZooCom

NFT: il nuovo metaverso a disposizione dei brand

Da mesi ormai non si parla d'altro che di NFT. Ma cosa sono gli NFT? In che modo possono portare valore aggiunto alle strategie di marketing e comunicazione dei brand?

oneday.jpg

I Non Fungible Token o NFT sfruttano la tecnologia blockchain, la stessa utilizzata dalle criptovalute e, come loro, sono oggetti totalmente digitali. Il concetto di “non fungibilità” si riferisce all’unicità e indivisibilità dei nuovi gettoni digitali, ed è ciò che differenzia gli NFT dalle altre criptovalute, che invece possono essere divise e scambiate, risultando quindi “fungibili”.

Gli NFT rappresentano una rivoluzione nel mondo web marketing perché danno la possibilità di vendere qualsiasi cosa prodotta digitalmente, associando ad essa un certificato di proprietà e autenticità della fonte. Meme, foto, video, note vocali, post social o avatar... il limite alle applicazioni diventa solo quello creativo. Questi oggetti “reali”, grazie al collegamento con un NFT diventano oggetti digitali unici e/o da collezione e pertanto acquistabili.

Il collezionismo è un trend in forte crescita, e in ambito digitale c’è chi è disposto a spendere anche milioni per ottenere la copia originale autenticata su blockchain del suo file preferito.

Chi acquista un NFT acquista qualcosa di esclusivo, unico e magari strettamente connesso ad una propria passione. E, come succede nel mondo reale non digitale, chi acquista un oggetto lo acquista in base ai suoi gusti, bisogni e passioni.

L’importanza e l’interesse verso i token digitali sta rapidamente crescendo e anche il loro valore economico diventa sempre più alto giorno dopo giorno. Esiste un sito, Crypto Art, che permette di monitorare il valore di vendita delle opere NFT vendute negli ultimi mesi, mettendo in evidenza non solo la crescita del valore delle singole opere, ma anche l’effettivo aumento di interesse da parte di collezionisti e non. Questo interesse può essere cavalcato dai brand per ampliare i propri orizzonti in termini di business.

Da oggetti digitali da collezione a risorse per il marketing dei brand il passo è breve. Anche se i brand non possono utilizzare gli NFT in senso stretto all’interno delle loro strategie di marketing e comunicazione, l’integrazione e l’utilizzo di questi token digitali potrebbe dare vita a nuove frontiere nel campo dell’advertising e della comunicazione di brand.

Alcuni brand ne hanno già fiutato le potenzialità, ad esempio:

- Pringles CryptoCrisp

L’azienda di patatine ha diffuso un nuovo gusto delle sue famose chips in edizione limitata e che mai potremo assaggiare. Il gusto CryptoCrisp è un sapore virtuale che esiste esclusivamente sotto forma di NFT in tiratura ed edizione limitata realizzato in sole 50 copie. Quest’opera, che raffigura l’iconico tubo di Pringles in versione dorata, è stata realizzata dall’artista Vasya Kolotusha. Il brand, che ha deciso di comunicare la premiumness del suo iconico prodotto, è stato premiato raggiungendo gli obiettivi prefissati nel più breve tempo possibile.

pringles.jpg

- Taco Bell

La catena di fast food statunitense Taco Bell ha annunciato con un tweet la vendita di simpatiche GIF animate a tema cucina messicana e tacos virtuali, devolvendo l’intero ricavato della vendita a sostegno della borsa di studio Live Màs. Uno dei punti di forza della vendita digitale di Taco Bell è stato il collegamento con la realtà: acquistando tacos virtuali si aveva diritto anche ad un bonus “reale”, ossia una giftcard da 500 dollari da spendere in qualsiasi ristorante della catena. Il secondo punto di forza di questa operazione è stato devolvere il ricavato per una buona causa. Uno dei trend interessanti che nasce proprio con la vendita degli NFT, è quello di devolvere in beneficenza il ricavato delle vendite. I consumatori sono infatti più inclini ad acquistare un prodotto di un determinato brand se questo è in linea con i propri valori, figuriamoci un NFT. L’idea di Taco Bell ha avuto il duplice vantaggio di creare brand awareness e sostenere una buona causa: due dei fattori comunicativi più potenti.

taco-bell-nft.jpg

- TikTok Top Moments

Anche il social del momento ha lanciato una collezione di prodotti digitali unici, i TikTok Top Moments. La collezione è stata realizzata da alcuni famosi creator ed ispirata ai loro migliori video caricati in piattaforma. TikTok ha messo in vendita 6 video NFT ed una selezione video in edizione limitata in uscita settimanale. La piattaforma ha dichiarato che non tratterrà alcun ricavato dalle vendite e che gli introiti saranno in gran parte distribuiti tra i creator e artisti coinvolti ed il resto andrà ad un museo statunitense che ospiterà per un breve periodo la mostra con i sei pezzi. Con questi NFT, TikTok fornisce ai creator un modo per essere riconosciuti e premiati per i loro contenuti e ai fan lascia la possibilità di possedere un momento culturalmente significativo della piattaforma e al contempo di sostenere i creator che amano.

tiktok-nft.jpg

- NBA Top Shop
NBA Top Shot è forse uno dei primi case study d’interesse legati al mondo del collezionismo sportivo digitale. Fin da subito si è creata una forte hype sul progetto e gli oltre 500mila utenti che hanno deciso di iscriversi al sito già dalla fase beta ne sono la prova. NBA Top Shot si basa sulla compravendita di “moments”, ossia NFT che raffigurano gli highlights delle migliori giocate dei protagonisti della lega.

Si tratta di un’esperienza simile al mercato tradizionale delle carte sportive, ma invece dell’immagine di un giocatore con statistiche sul retro, si collezionano video di una giocata specifica rappresentati su di un cubo, le cui facce contengono tutti i dati e le statistiche relativi a quel moment.

L’NBA si è inserita con la solita prontezza e lungimiranza in questo nuovo mercato che in campo sportivo rappresenta il nuovo Fandom 2.0. Ad oggi, il moment venduto al prezzo più alto è una iconica schiacciata di LeBron James, venduta a oltre duecentomila dollari.

Qui il video.

NBA Top Shot.jpg

Gli NFT, oltre ad essere l’argomento più scottante del momento, rappresentano una grandissima rivoluzione per brand e marketer che hanno come obiettivo quello di innovare le loro strategie e il loro posizionamento comunicativo. Trattandosi di un fenomeno puramente digitale, le Nuove Generazioni si posizionerebbero al primo primo posto per awareness e interesse nel fenomeno. Per i brand vicini alla GenZ, decidere di innovare le proprie strategie di marketing e comunicazione seguendo questa traiettoria, farebbe davvero la differenza agli occhi dei più giovani e nativi digitali.