• Programmatic
  • Engage conference

24/04/2020

Xandr, ricavi a +14,8 nel primo trimestre grazie all’addressable tv

Tra gennaio e marzo 2020 i ricavi operativi sono cresciuti di 63 milioni di dollari rispetto al 2019, a 489 milioni. Bene il formato pause ads

Trimestre in crescita per Xandr: tra gennaio e marzo 2020 la divisione specializzata in ad tech di At&t ha visto i suoi ricavi operativi crescere di 63 milioni di dollari a 489 milioni, grazie soprattutto al business americano degli annunci mirati (addressable tv). A contribuire alla crescita delle entrate, salite in percentuale del 14,8% anno su anno, è stato anche il nuovo formato “pause ads”, lanciato lo scorso gennaio al CES, e favorito dalla crescita del consumo di video on demand con tanta gente in tutto il mondo costretta a trascorrere molto tempo a casa già a marzo. In più, dallo scorso febbraio, Disney, Warner Media e AMC Network stanno usando la piattaforma programmatica Xandr Invest per le loro campagne anche sulla tv lineare. Una possibilità a cui altri investitori potranno accedere già entro la fine del mese. La buona performance di Xandr non è stata tuttavia sufficiente a evitare al business pubblicitario di AT&T di chiudere il trimestre con un pesante segno meno, pari al 13%. A pesare sono state in particolare le entrate mancanti legate ai grandi eventi sportivi, cancellati o spostati a causa del coronavirus.

ARTICOLI CORRELATI