• Programmatic
  • Engage conference

05/05/2021
di Alessandra La Rosa

PubMatic estende il suo programma anti-frode alle Tv connesse

La SSP garantirà un rimborso ai partner lato domanda qualora si verifichino frodi sulla sua piattaforma

pubmatic.jpg

Offrire maggiori rassicurazioni a chi acquista inventory pubblicitarie su tv connesse. Con questo obiettivo, PubMatic annuncia un programma anti-frode per l’inventory premium su CTV e OTT, che introduce una garanzia di rimborso per i partner lato domanda nel caso di frodi verificatesi sulla sua SSP.

Il programma è pensato per ampliare le opportunità di scalabilità ed engagement per i buyer e promuovere lo sviluppo del settore della CTV in rapida crescita, passando da un numero limitato di canali e app di alto livello a una gamma più ampia degli stessi con audience esclusive di elevata qualità, spiega la società in una nota.

“Vediamo un enorme potenziale di crescita nella transizione dalla TV lineare alla CTV, ma le problematiche relative alle frodi hanno impedito ad alcuni acquirenti di beneficiarne pienamente -  dichiara Paulina Klimenko, Chief Growth Officer di PubMatic -. Abbiamo fiducia nella qualità dell’inventory sulla piattaforma PubMatic, e il nostro programma anti-frode dovrebbe offrire ai buyer la sicurezza di effettuare bid su un’inventory CTV di qualità su larga scala. Gli editori stanno creando una grande quantità di nuovi contenuti televisivi premium e stiamo cercando di eliminare le sfide e i rischi principali. PubMatic sta aiutando le DSP, le agenzie e gli inserzionisti a trarre vantaggio dal notevole aumento delle opportunità di coinvolgimento dell’enorme numero di spettatori che passa alla CTV”.


Leggi anche: PUBMATIC AL PROGRAMMATIC DAY PER PARLARE DI POST-COOKIE


Secondo uno studio di Innovid, il volume dell’inventory CTV è aumentato del 60% anno su anno, dato che sempre più spettatori si allontanano dalla TV lineare per passare ai canali video digitali. Tuttavia, molti acquirenti continuano ad acquistare da un numero ristretto di editori CTV a causa delle preoccupazioni relative a qualità e frodi. D’altra parte, con la crescita del settore, gli schemi di frode legati alla CTV sono in aumento: secondo eMarketer negli ultimi mesi è stato registrato un incremento delle ad impression fraudolente su CTV pari al 161% rispetto all’anno precedente, con circa il 22% di esse servite come traffico non valido.

Grazie all’estensione del suo programma anti-frode alle inventory CTV e OTT (il programma era già attivo su altri ambienti pubblicitari), PubMatic mira a dare ai buyer la fiducia per acquistare su inventory CTV trasparenti e di alta qualità su larga scala. La SSP attua un rigoroso processo di revisione dell’inventory per i publisher su ogni piattaforma e formato (mobile, desktop, video digitale e CTV). Sfruttando una combinazione di analisi - effettuate da team di esperti - e strumenti di rilevamento delle frodi proprietari e di terzi, PubMatic esamina gli editori prima del loro inserimento e implementa protezioni pre e post bid per rilevare e filtrare il traffico non valido e altre attività illecite, e nel tempo ha ridotto al minimo i livelli di frode.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI