• Programmatic
  • Engage conference

06/02/2022
di Andrea Salvadori

Sanremo 2022, la Rai chiude con ascolti record e un fatturato pubblicitario di 42 milioni di euro (+10,5%)

Gian Paolo Tagliavia, a.d. Rai Pubblicità: «Gli spazi digital sono andati sold out più velocemente della tabellare televisiva, i pacchetti legati alla tv connessa sono stati venduti ancora più rapidamente»

sanremo.jpg

Numeri record sia per gli ascolti sia per la raccolta pubblicitaria per la terza edizione del Festival di Sanremo condotto da Amadeus, vinto da Mahmood e Blanco con “Brividi” davanti ad Elisa e Gianni Morandi. Tanto che in conferenza stampa l’a.d. della Rai Carlo Fuortes, rispondendo a una domanda sul futuro del festival e su un possibile Ama quater, ha detto: «Sarebbe pazzesco non partire da qui, è ovvio con questo successo. Ma dobbiamo parlarci e il primo a volerlo deve essere Amadeus. Per ora non c'è niente di definito». 


Leggi anche: QUAL È IL MIGLIORE SPOT DI SANREMO 2022? VOTA IL TUO PREFERITO


La finale di sabato ha ottenuto su Rai1 (dalle 21.22 all'1.48) 13 milioni 380 mila telespettatori pari al 64,9% di share. La proclamazione dei vincitori (1.49-1.56) è stata seguita da 6.422.000 spettatori, con uno share del 73,4%. L'anno scorso l'ultima serata aveva registrato in media 9 milioni 970 mila telespettatori con il 54,4% di share. Oltre a superare gli ascolti del 2021, i risultati di ieri migliorano anche quelli da record del 2020, quando l'ultima serata del festival fece segnare in media 11 milioni 477 mila spettatori pari al 60,6% di share (13 milioni 638 mila spettatori con il 56,8% nella prima parte, 8 milioni 969 mila con il 68,8% nella seconda). Sono 22 anni che una finale del Festival di Sanremo non ottiene un ascolto medio così alto (13.380.000 spettatori e il 64,9% di share). Per trovarne uno più alto bisogna tornare al Festival del 2000 condotto da Fabio Fazio con Luciano Pavarotti, Teo Teocoli e Ines Sastre, che ottenne una media di share nella finale del 65,47%.


Leggi anche: SANREMO 2022, ECCO I 5 SPONSOR. RAI PUBBLICITÀ: «SOLD OUT PER I BREAK»


Rai Pubblicità ha quindi venduto i break a disposizione per un totale di 42 milioni di euro, un risultato in crescita di oltre il 10% rispetto ai 38 milioni di euro dello scorso anno. Una performance ancora più significativa, ha detto Gian Paolo Tagliavia, amministratore delegato della concessionaria, «considerando il nuovo quadro regolatorio Tusmar sugli affollamenti introdotto dal 2022, con la diminuzione del 9% dei secondi a disposizione del bacino pubblicitario. Siamo molto soddisfatti degli obiettivi raggiunti, risultati lusinghieri che hanno dimostrato l’efficacia della nuova offerta di brand integration messa a punto da Rai Pubblicità e basata su un percorso di partnership declinato in attività diverse e specifiche per ogni azienda in base ai propri obiettivi di comunicazione».

Gian Paolo Tagliavia, amministratore delegato di Rai Pubblicità

Gian Paolo Tagliavia, amministratore delegato di Rai Pubblicità

Rai Pubblicità ricorda a proposito il picco di ascolto di 17 milioni di spettatori registrato nella serata di sabato alle 22.38 durante l’esibizione delle Farfalle, una performance con cui Ferrero ha promosso il World Nutella Day sul palco dell’Ariston raggiungendo una share del 63,8%. Così come, nel corso della prima serata del Festival, l’esibizione in diretta dalla Costa Toscana di Colapesce e Dimartino che ha ottenuto un picco di share del 58.9%: erano le 23.38 quando Orietta Berti e Fabio Rovazzi hanno “alzato il sipario” sulla nave di Costa Crociere con 10,7 milioni di spettatori davanti alla tv. Sono stati invece quasi 12 milioni gli spettatori (70,5% di share) che sabato hanno seguito il collegamento di Amadeus con Radio2 nella "blue room" brandizzata da Eni Plenitude, mentre in 13,4 milioni (48,8% share) hanno assistito giovedì alle 21.13 alla consegna della maglia Suzuki ad Amadeus da parte della campionessa di ciclismo su strada Elisa Balsamo. 

Per quanto riguarda i break, i primi quattro di ogni serata hanno registrato almeno 11 milioni di spettatori, mentre nella finale di sabato hanno raggiunto un’audience media vicina a 11 milioni di persone, con un picco di 14,5 milioni per il break 3. Molto positiva, ha concluso Tagliavia, «è stata quindi la performance del digitale e, in particolare, delle tv connesse. Gli spazi digital sono andati sold out più velocemente della tabellare televisiva, mentre i pacchetti legati alla tv connessa sono stati venduti ancora più rapidamente. E' evidente che si sta imponendo una nuova gerarchia nella definizione dell'offerta: gli inserzionisti ci chiedono prima informazioni sul digitale e partendo da lì impostano la loro pianificazione». 

Tornando alle audience, la prima parte della serata finale del Festival (dalle 21.22 alle 23.54) ha raccolto 15 milioni 660 mila spettatori pari al 62,1% di share; la seconda (dalle 23.58 all'1.48) 10 milioni 153 mila con il 72,1%. 

I risultati di Sanremo 2022 su digital e social

Sanremo 2022 si conferma un’edizione da record anche sulle piattaforme digital: considerando il live streaming di Sanremo Start e di Sanremo, e tutti i contenuti on demand, l’intera edizione del Festival ha registrato 29,5 milioni di visualizzazioni con un aumento del 48$ rispetto al 2021.

Aumenta del 47% la serata finale in termini di ascolto medio digitale (AMRD), con 268 mila device collegati nel minuto. RaiPlay, in particolare, raggiunge il record assoluto con il 69% in termini di Tempo Totale Speso sul totale mercato rilevato da Auditel online.    

La diretta streaming su RaiPlay registra 2,1 milioni di visualizzazioni, +68% rispetto al 2021. Il picco di device attivi nel minuto (333.872) è stato registrato alle 01:47 in occasione della proclamazione dei vincitori. Complessivamente le dirette streaming delle serate del Festival hanno ottenuto 6,6 milioni di visualizzazioni (+60%).

Aumenta del 145% il consumo dei contenuti del Festival di Sanremo on demand, che nella giornata del 5 febbraio hanno raggiunto 8 milioni di visualizzazioni. Si sale a 21,5 milioni se si considerano tutte le giornate, +45%. L’esibizione dei Maneskin resta il video più visto on demand, con 958 mila visualizzazioni.

Record assoluto sui social: l’edizione 2022 è l’evento televisivo più discusso sui social in Italia nella stagione tv in corso e ha generato un totale di 33,6 milioni di interazioni, con un aumento del 13% rispetto all’anno precedente. In particolare, Facebook cresce del 76%, Twitter del 22% e YouTube del 29%. Con 9,1 milioni di interazioni (+12%), la giornata finale di Sanremo 2022 è la più commentata dell’intera edizione, nonché la più discussa sui social di sempre. Il picco su Twitter è stato registrato alle 01.49 durante la proclamazione di Mahmood e Blanco.

«Gli straordinari dati di ascolto dell'ultima serata sono la conferma che questo Festival ha davvero colpito nel segno», ha detto Marinella Soldi, presidente della Rai. «Sanremo 2022 ha unito le generazioni, mettendo insieme cantanti di ogni età, ha fatto parlare, con linguaggi diversi, una società attuale e inclusiva. L'offerta Rai ha attraversato tutte le piattaforme, partendo dalla tv generalista per passare alla radio ed esplodere sui social, rimanendo sempre fruibile in streaming. Di questo Festival è poi importante anche sottolineare il successo social: perché la rilevanza della Rai servizio pubblico non si può misurare solo sugli ascolti dei propri prodotti, ma anche sulla capacità di essere presenti nei luoghi in cui si crea dibattito e si formano opinioni quindi, oggi, sui social media. Voglio ringraziare gli oltre 13 milioni di italiani che hanno seguito il festival in diretta e i milioni che hanno partecipato a questa grande festa dello spettacolo in streaming, sui social, in radio», ha concluso Soldi.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI

12 OTTOBRE 2022 - ORE 9

Milano, Palazzo Mezzanotte - Piazza Affari 6

iscriviti