• Programmatic
  • Engage conference

11/11/2021
di Lorenzo Mosciatti

Assirm, i dati del primo semestre: il settore delle ricerche riprende a correre

Matteo Lucchi, presidente di Assirm

Matteo Lucchi, presidente di Assirm

Business in crescita nel primo semestre dell’anno per le associate di Assirm.

L’associazione che riunisce le principali aziende italiane che svolgono ricerche di mercato, sondaggi di opinione e ricerca sociale segnala un “significativo ed incoraggiante” incremento di acquisito, pari al +13,1%, che riporta il valore a livelli 2019, dunque al periodo pre-Covid. Altro dato di notevole rilevanza è la crescita del fatturato, +11,2% rispetto all’anno pandemico.


Leggi anche: TUTTI GLI SPOT E LE CAMPAGNE DEL 2021


Nel complesso Assirm registra uno scenario positivo in cui tutte le tipologie di ricerca hanno contribuito alla ripresa del mercato: crescono stabilmente i panel continuativi (+6,8 %) e in maniera sostenuta le ricerche ad hoc, in particolare le qualitative (+47,7 %) seguite dalle quantitative (25,9%), nonostante una forte contrazione delle “proprietary multiclient” di 10 milioni di euro. Tra i comparti in cui i numeri sono nettamente in aumento prevale il panel retail, che sopperisce alla contrazione delle altre tipologie di panel, con un incremento di 12,2 milioni. 

Per quanto concerne le metodologie di rilevazione, a seguito della pandemia si segnala un’importante, quanto attesa, crescita dei metodi Cati e Online per tutte le tipologie di ricerca, a discapito delle interviste in presenza.  A livello di “sentiment”, conclude Assirm, “è possibile affermare che le aziende mostrano un ottimismo ‘cauto’ per quanto riguarda la ripresa economica e l’aumento del fatturato del settore, ma allo stesso tempo sentono la necessità di riprendere ad investire in ricerche e sviluppo, advertising e formazione”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI