• Programmatic
  • Engage conference

23/04/2020
di Tiziano Barbagallo, Country Manager Datatrics

Sette step per ottimizzare il budget pubblicitario con una CDP

Oggi saper gestire in modo più efficace i budget giornalieri è fondamentale. In questo possono venire in aiuto marketing predittivo e Customer Data Platform, come ci spiega il Country Manager Datatrics

tiziano-barbagallo.jpg

Il 57% delle aziende taglierà il budget pubblicitario previsto per il 2020. Una misura straordinaria con cui tanto le grandi multinazionali come le piccole attività locali cercano di correre ai ripari a seguito dello tsunami che ha sconvolto le abitudini dei consumatori online e offline.

Ottimizzare il budget per l’advertising ai tempi del Coronavirus

Sono tempi difficili quelli che stiamo vivendo. L’imperativo è ottimizzare le risorse, che per molti si traduce in smettere di investire nella pubblicità online. Ma ha senso spegnere tutte le campagne di Google Ads e sui social? Uno studio di Kantar avverte: attenzione ai tagli drastici che possono ripercuotersi sulla brand awareness. Inoltre, non si dovrebbe fare di tutta l’erba un fascio: ci sono canali che stanno beneficiando della nuova situazione e media con quote di mercato davvero interessanti. E allora la soluzione più logica è quella di continuare a investire nell’advertising ma gestendo in modo più efficace i budget giornalieri. Tra l’altro i grandi media si stanno mobilitando per dispensare aiuti: dopo Facebook, anche Google fa la sua parte, mettendo a disposizione delle aziende che hanno avuto account attivi nell'ultimo anno 340 milioni di dollari per nuove campagne di advertising. Ecco allora la necessità di non chiudere le porte all’adv ma di imparare a investire in modo più efficiente il budget a disposizione. Come? Sfruttando il marketing predittivo e le CDP (Customer Data Platform).

Come ottimizzare il tuo budget per l’advertising in 7 step (con una CDP)

Le piattaforme CDP (Customer data Platform) ti consentono di conoscere esattamente chi è l'utente e qual è il suo comportamento online, indipendentemente dalla piattaforma utilizzata. Ottimizzare le campagne pubblicitarie online con una CDP è molto più veloce e facile che ottimizzare i singoli canali/strumenti. Procedi così:
  1. Definisci gli obiettivi della tua campagna pubblicitaria, ad esempio conversioni/vendite, traffico, iscrizione alla newsletter, download dell'app, utilizzo di un coupon, etc.
  2. Indica il target group di riferimento, ad esempio: nuovi utenti, utenti fedeli, utenti con budget > 100 €, utenti con bassa probabilità di riacquisto, utenti che hanno visualizzato determinati prodotti/categorie merceologiche, etc.. La pubblicità deve offrire contenuti il più possibile pertinenti e rilevanti per il pubblico che vuoi raggiungere.
  3. Definisci variabili temporali (quando contattare un certo target group/segmento) e frequency di contatto, per evitare una sovraesposizione del messaggio che porterebbe a una riduzione delle performance.
  4. Individua la corretta strategia di azione con gli strumenti disponibili (Display, Paid Search, Video): acquisizione di nuovi utenti, retargeting, acquisizione in look-alike targeting.
  5. Crea singole campagne rilevanti e pertinenti con gli obiettivi e il target group/segmento di riferimento, in questo modo il messaggio sarà più efficace e si ridurranno i costi (CPM, CPC o CPA).
  6. Lavora su più campagne in A/B test anche sullo stesso target group/segmento, variando messaggio e creatività, per poi tenere attive solo quelle più performanti.
  7. Monitora i risultati giornalmente e misura l’efficacia della campagna in base agli obiettivi iniziali, in questo modo potrai intervenire per tempo apportando nuove modifiche per ottimizzare i risultati.
Seguendo queste regole otterrai maggiori risultati a parità di budget investito, oppure, viceversa, raggiungerai gli stessi risultati con minori investimenti.

Perché il Marketing predittivo migliora le tue campagne pubblicitarie?

Il marketing predittivo è un nuovo approccio alla vendita che analizza e raccoglie i dati sugli utenti online provenienti da diversi strumenti e applicazioni. I dati ottenuti confluiscono in una centrale: le CDP (Customer Data Platform), piattaforme intelligenti che consegnano al marketer un profilo preciso del proprio cliente ideale. Perché si chiama marketing predittivo? Perché i dati raccolti vengono associati a utenti che si conoscono, creando modelli predittivi che possono, appunto, prevedere come una target audience agirà. Le CDP più evolute ti permettono di creare cluster di audience, ti dicono quali canali performano meglio e perfino che tipo di call to action ha più presa sul tuo cliente ideale.

Qual è il vantaggio di utilizzare una CDP specializzata in marketing predittivo come Datatrics?

Datatrics è una Smart CDP che garantisce performance ancora più qualificate grazie alla sua tecnologia di machine learning e alle analisi automatiche di predittività sugli utenti in real-time. Il marketer che sfrutta questa piattaforma ha a sua disposizione KPI nuovi e particolarmente innovativi per il settore. Datatrics è inoltre l'unica piattaforma che consente alle aziende di lavorare per Customer Journey e, in aggiunta alle capacità di segmentazione standard di tutte le CDP, con Datatrics è possibile creare anche cluster di audience e segmenti predittivi e unici, come ad esempio:
  • Fase del Customer Journey in cui si trova l'utente: Orientamento, Confronto, Decisione, etc.
  • Quando mostrare l'adv all'utente: alle 9, alle 12, alle 18, nella fascia 20-22, etc.
  • Tipologia di utente: fedele, economico, etc.
  • Leva di marketing da utilizzare: prova sociale, scarsità, sconti, etc.
  • Budget di spesa dell'utente: 200 €, 300 €, > 500 €, etc.
  • Contenuto potenziale di interesse: TV, lavatrici, iPhone 11, etc.
  • Probabilità di acquisto dell'utente: 10%, 30%, > 50%, > 80%, etc.
  • Lifetime Value dell'utente: 2.000 €, > 5.000 €, etc.
  • e molto altro.
L'utilizzo incrociato di tutti questi parametri di segmentazione consente di raggiungere il massimo risultato di ottimizzazione della pubblicità online, in quanto è possibile costruire un messaggio mirato a infiniti micro-cluster iper profilati. Sarà possibile quindi creare segmenti ampi di utenti, o piuttosto micro-segmenti super specifici da 10 utenti per fare una campagna pubblicitaria online dedicata. Da non dimenticare l’opzione del retargeting: con i dati di una CDP come Datatrics i costi sono inferiori e le performance migliori (grazie ai cluster di audience).

Esempio di una campagna pubblicitaria ottimizzata con Datatrics (CDP)

Con Datatrics puoi creare un segmento per gli utenti in fase di “Decisione”, sensibili agli sconti, interessati alla categoria “TV”, con budget di spesa < 400 €, con una probabilità di acquisto > 80%. A questo segmento potrai associare una campagna di Facebook Ads, mostrando le TV più adatte sulla base di questi requisiti.
Tiziano Barbagallo è il Country Manager di Datatrics Italia, Customer Data Platform per il marketing predittivo parte di MailUp Group.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI