• Programmatic
  • Engage conference

I Like Mondays

A cura di Like Reply

I Like Mondays è la rubrica di Like Reply, società del gruppo Reply, specializzata in Digital Marketing Data driven: case, interviste, ultime novità di settore e playlist musicali per tutti i lettori.

08/02/2021
di Like Reply

Core Web Vitals: io e te, tre metriche sopra Google

In principio fu Mobile-Friendly, poi Mobile-First e ora Mobile-Only.

Sembrava una scalinata lunga e ripida come quella per arrivare sulla cupola di una Basilica, ma improvvisamente abbiamo notato che c’era anche l’ascensore e, in poco più di 4 anni, ci siamo arrivati: basta schiacciare il bottone per salire. Ma siamo effettivamente tutti pronti? Per capirlo, è necessario comprendere qual è il filo conduttore di tutti questi upgrade nel mondo dell’indicizzazione per i motori di ricerca (che da qui in avanti chiameremo Google, così, per comodità).

Semplice: l’Esperienza Utente, ovvero l’elemento in grado di permetterci di trovare tutte le informazioni utili del mondo, proprio come dichiarato nella sua mission da BigG.

L’esperienza utente è un concetto qualitativo estremamente sfaccettato che, nel corso del tempo, Google ha cercato di imbrigliare in elementi misurabili per aiutare designer, seo e sviluppatori a tendere verso un concetto di eccellenza, con tutti i limiti di una “quantificazione della qualità”.

Siamo partiti dal concetto di responsive per i siti, ormai una pietra miliare. Siamo passati all’utilizzo del protocollo https a cui si lega il concetto di mixed content (quando una pagina HTTPS include risorse recuperate non crittografato), la velocità di caricamento, il time to first byte e il sempre troppo poco conosciuto concetto dei banner intrusivi.

Tutti questi elementi, senza dimenticare il famoso punteggio di PageSpeed Insights o gli audit Lighthouse, hanno accompagnato le giornate lavorative degli esperti di digital marketing. Ma a maggio cambia tutto! O meglio, l’universo dei fattori di ranking si arricchisce dei Core Web Vitals, tre metriche dedicate alla misurazione dell’esperienza utente su un sito. Cosa? Te le sei perse e non sai cosa sono?

Allora, andiamo per gradi. Le metriche sono tre: la prima rappresenta il “caricamento” ed esprime il tempo necessario a rendere visibile l’elemento più impattante della tua schermata. Ipotizzando l’homepage di un sito medio, si potrebbe azzardare l’hero banner/slider, ma va verificato. Non più di 2,5 secondi per avere luce verde.

La seconda misura l’interattività, ovvero il tempo necessario prima che l’utente possa interagire. Questa volta è un battito di ciglia, 100 millisecondi.

Il terzo è molto interessante e rappresenta la stabilità visiva. Avete presente quando, durante il caricamento, un elemento della pagina scala verso il basso perché un banner adv compare in un secondo momento? Bene, quella è la (non) stabilità visiva e si calcola in un rapporto tra superficie e scorrimento.

Come dicevamo all’inizio, Google prova quindi a quantificare l’aspetto più qualitativo che c’è, l’esperienza utente. Ci dobbiamo aspettare scossoni in SERP.

Nel frattempo, tu hai controllato i core web vitals del tuo sito? Se non sei sicuro che il tuo sito abbia sia pronto per l'imminente aggiornamento dell'algoritmo, Like Reply è disponibile per una valutazione gratuita dei Core Web Vitals per aiutarti a definire la miglior strategia di ottimizzazione!

Certo che se sei arrivato fin qui… l’argomento ti interessa! Allora non perderti il 18 febbraio il webinar “Core Web Vitals & UX: il tuo sito è pronto al cambiamento?” dove Andrea Molon, Head of SEO di Like Reply, e Giuseppe Geresia, Country Manager di Siteimprove Italia, racconteranno come approcciare a questo cambiamento e capire le opportunità. ISCRIVITI ORA!

scopri altri contenuti su