• Programmatic
  • Engage conference

23/09/2021
di Cristina Oliva

Neodata Group presenta gli sviluppi di exaudi Audience Platform in un webinar

Appuntamento il 30 settembre con le novità della piattaforma di Audience Management

Neodata-platform.jpg

exaudi Audience Platform di Neodata Group prosegue il suo piano di sviluppo, mentre si delinea la nuova Roadmap 2022. Fil rouge del nuovo anno è arricchire il portafoglio di connettori in ingresso e in uscita da Exaudi per dare accesso ai clienti a tutti gli ecosistemi chiusi del mondo Digital, spiega Neodata in un comunicato. Tutti i dettagli saranno svelati nel Quarterly exaudi Webinar in programma il 30 settembre (è possibile registrarsi qui).

exaudi Audience Platform è lo strumento di Audience Management di Neodata Group che permette di raccogliere dati da sorgenti esterne, elaborarli e catalogarli per restituire un panorama di utenti profilati e arricchiti con informazioni sociodemografiche, di comportamento e di interesse. La tecnologia avanzata di Machine Learning e AI di exaudi permette poi di condurre analisi approfondite su questi dati per creare Audience verticali e attivarle in campagne mirate su tutte le DSP del mercato.

Le novità della piattaforma 

Nel corso di quest’anno, il team di Neodata ha dotato exaudi di diversi connettori in ingresso e uscita, per facilitare il flusso di informazioni e per fare sì che le Audience profilate possano accedere con facilità ad ambienti centrali per la comunicazione dei clienti. Ambienti che spesso sono inaccessibili, o difficilmente penetrabili dagli strumenti classici di erogazione delle campagne.

Attraverso due modalità, Fb Pixel e Custom Audience, gli utenti profilati in exaudi possono essere target di campagne condotte su Facebook e Instagram. Attualmente il team di Neodata sta lavorando ai connettori Tik Tok e Spotify, per permettere alle aziende clienti di inserirsi anche in questi ecosistemi.

Anche i connettori alla DSP di Google, DV360, e di Amazon sono stati potenziati. Da un lato Neodata ha affinato la Cookie-Matching con queste piattaforme per i segmenti creati in exaudi; dall’altro ha introdotto la possibilità di attivare sulle DSP anche i segmenti importati da piattaforme esterne, compresi quelli non basati sui Cookie, ma, ad esempio, sull’identificativo mobile (MAID).

“Nell’ottica di abbandonare il sistema dei Cookie”, ha spiegato Salvo Nicotra, CTO di Neodata Group, “exaudi, oltre a continuare l’arricchimento dei profili utenti, permette già di erogare adv digitale utilizzando informazioni diverse, sempre nel pieno rispetto della privacy degli utenti”.

Oltre a un numero di connettori standard presenti in piattaforma, exaudi ha la possibilità di dotarsi di ulteriori connettori richiesti dai clienti per necessità più particolari. “Abbiamo pensato di presentare ai nostri clienti e non, una panoramica di tutte le possibilità di connessione disponibili in exaudi”. Denisia Torrelli, Data Engineer di Neodata Group presenterà questo tema nel terzo appuntamento del Quarterly exaudi Webinar in
programma il 30 di settembre. “La direzione che vogliamo prendere per la Roadmap di prodotto 2022, è quella di dotare exaudi – e quindi i nostri clienti – di tutti i requisiti necessari per accedere agli ecosistemi chiusi del mondo dell’Adv Digitale, di cui Social e DSP sono soltanto alcuni, ma potremmo citare anche i Video e la CTV. In questo modo aumentiamo le possibilità di erogare una pubblicità mirata ed efficace”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI