• Programmatic
  • Engage conference

09/07/2020

Esport, presentati i contenuti del primo evento B2b italiano dedicato al settore

Annunciati tre panel specificamente dedicati ai brand interessati a comprendere meglio le potenzialità di investimento nel mondo del videogioco competitivo

Logo-Round-One.png

Si è tenuto oggi, in forma digitale, il primo appuntamento con “Round One Warming Up”, il ciclo di incontri preliminari che arricchirà l’offerta di contenuti e opportunità per gli operatori di settore, i brand e i media in vista della prima edizione di Round One, l’evento business internazionale dedicato agli operatori del settore esports. Il primo “Round One Warming Up” ha infatti avuto come oggetto la presentazione dei contenuti dell’evento che si terrà il 21 settembre con il quale Iidea in partnership con ProGaming Italia, intende catalizzare il mondo che gravita attorno agli esport in Italia, rendendolo l’appuntamento business di riferimento del settore nel nostro Paese, e creare momenti di incontro per publisher, organizzatori di tornei e team per proseguire nella sua opera a favore dello sviluppo del mercato, promuovendo la professionalizzazione degli operatori, dando al settore maggiore visibilità e favorendo il coinvolgimento di brand, media e istituzioni. L’evento ospiterà prima di tutto la presentazione del terzo Rapporto sugli Esports in Italia, realizzato in collaborazione con Nielsen Sports, e fornirà anche una comparazione con lo scenario internazionale grazie alla partecipazione di Michael Heina, International Esports Lead di Nielsen Sports. Uno sguardo sui mercati esteri permetterà di contestualizzare al meglio la situazione italiana e confrontare i trend nazionali con il resto del mondo. In occasione del primo Warming Up, la società di ricerca ha fornito alcune anticipazioni della nuova rilevazione che, per quantificare il fenomeno con maggiore precisione, ha modificato il metodo di definizione dei fan, al fine di isolare un campione più consapevole ed esperto del settore: dai primi dati analizzati si può osservare una crescita della fan-base molto rilevante, con la penetrazione sul target 16-40 che aumenta di oltre il 30%. Inoltre, si riduce di oltre il 60% chi confonde gli esports con il "giocare con videogiochi di esports" e di quasi il 40% chi non ne ha mai sentito parlare. Tutti indicatori che confermano una crescente consapevolezza nei confronti di questo fenomeno, oltre ogni aspettativa, da parte degli italiani. Durante il Warming Up di oggi sono stati inoltre annunciati tre panel che durante Round One saranno specificamente dedicati ai brand interessati a comprendere meglio le potenzialità di investimento nel mondo degli esports. Quali sono le opportunità di visibilità per i brand nel settore del gaming competitivo? Quali sono le esperienze più interessanti di sponsorizzazioni di eventi esports nel mondo? Quali le possibili sinergie con i team esports? Come misurare il ritorno sull’investimento? Per rispondere a queste e ad altre domande saranno coinvolti ospiti internazionali di rilievo, tra cui brand endemici e non endemici, publisher, organizzatori di eventi e team internazionali di successo. L’obiettivo è di avvicinare i brand che operano nel mercato italiano al settore esports proponendo una panoramica su quali siano le migliori strategie e modalità per collaborare con l’industria di riferimento. Round One sarà anche l’occasione per presentare il primo “Digital Showcase” firmato da IIDEA con la partecipazione dei principali operatori esports attivi in Italia. Durante l’evento sarà reso disponibile un video in cui i soci dell’Associazione, team e organizzatori, si presenteranno a possibili sponsor o investitori che stanno pensando di sbarcare nel mondo degli esports con una vetrina che metterà in mostra chi anima il settore degli esports in Italia. Il percorso di avvicinamento a Round One prevede tre ulteriori “Round One Warming Up”: il secondo Warming Up si terrà il 23 luglio e sarà un momento in cui si parlerà di casi italiani di successo con gli interventi di Marco Maestranzi (Direttore Generale di NL Esports), Federico Brambilla (CEO e Co-Founder di exeed), Luca Pagano (CEO e Co-Founder di QLASH) e Max Rapetto (CEO e Founder di HSL Esports); il 10 settembre Michael Heina (International Esports Lead di Nielsen Sports) affronterà il tema di come i brand possano approcciare gli esports; il 17 settembre invece Tommaso Mattei (Consulting & Research Leader di Nielsen Sports) ci presenterà in anteprima un approfondimento di ricerca legato al social media listening in ambito esports in Italia.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI