• Programmatic
  • Engage conference

07/12/2020
di Andrea Di Domenico

Pubblicità, Zenith: in Italia 2021 e 2022 di ripresa, ma per tornare ai livelli del 2019 bisognerà aspettare il 2023

Secondo le nuove stime dell’Advertising Expenditure Forecasts, il mercato si sta riprendendo più in fretta delle previsioni dalle conseguenze del Covid

  • 2 di 6

Pubblicità globale: verso una chiusura d’anno a -7,5%

Secondo le nuove stime dell’Advertising Expenditure Forecasts di Zenith, il mercato pubblicitario globale si è ripreso più rapidamente del previsto dalle conseguenze della pandemia di coronavirus del Q2. I dati mostrano, infatti, una contrazione del 7,5% un dato in netto miglioramento rispetto al - 9,1% ipotizzato nello report dello scorso luglio.

Zenith prevede che nel 2021 la spesa publicitaria globale crescerà del 5,6%, fino a raggiungere 620 miliardi di dollari, spinta dalle Olimpiadi estive e dagli Europei di calcio. Nonostante questo aumento, la spesa resterà inferiore ai 634 miliardi di dollari nel 2019 mentre nel 2022 aumenterà del 5,2%, arrivando a 652 miliardi di dollari e superando così il 2019 di 18 miliardi di dollari. Tuttavia la spesa sarà di circa 70 miliardi di dollari inferiore a quanto sarebbe stata se fosse rimasta sul suo trend positivo pre-pandemico.

Le previsioni di Zenith partono dal presupposto che l'economia globale si avvia ad un’importante ripresa, vista anche l’introduzione dei vaccini anti Covid-19 nel 2021, ma resteranno legate all’incertezza che questa ripresa porterà con se, in modo diferente tra i diversi settori.

scopri altri contenuti su
  • 2 di 6

ARTICOLI CORRELATI