• Programmatic
  • Engage conference

22/06/2020

FCP-Assointernet: ricavi pubblicitari a -31,5% ad aprile

Dalla seconda metà di maggio, l'associazione ha rilevato un percorso di graduale ripresa delle campagne prodotto ed in generale degli investimenti sull'online

digital-advertising.jpg

Nel mese di aprile, il fatturato pubblicitario online delle principali concessionarie italiane ha visto una contrazione del 31,5%. Un dato che determina sul primo quadrimestre 2020 un risultato di chiusura pari al -12,5%.

Sono questi i numeri rilevati dall'Osservatorio FCP-Assointernet, che evidenziano come il contesto di mercato sia stato condizionato per l’intero mese dall’emergenza Covid-19 e dalle conseguenti pesanti limitazioni alla vita sociale ed alle attività economiche del paese. Secondo Nielsen, sempre ad aprile gli investimenti pubblicitari complessivi sono diminuiti in Italia del 44,2% rispetto allo stesso mese del 2019.

"La riduzione dei ricavi pubblicitari di aprile, mese totalmente in lockdown, è certamente sensibile ma in considerazione dell’assoluta eccezionalità del contesto, possiamo rilevare come l’offerta editoriale abbia confermato la sua funzione di servizio e di intrattenimento, con audience complessiva nel giorno medio di 35,5 milioni di utenti unici, in crescita del 6,6% rispetto al mese omologo del 2019", afferma il Presidente FCP-Assointernet, Giorgio Galantis.

Il digitale, sei legge nella nota dell'associazione, in una situazione fuori dall’ordinario si distingue quindi per la propria resilienza e adattabilità a obiettivi e contesti comunicativi differenziati, che hanno contribuito ad ottenere comunque un risultato meno negativo rispetto ad altri. Dalla seconda metà di maggio, FCP-Assointernet ha rilevato comunque un percorso di graduale ripresa delle campagne prodotto ed in generale degli investimenti sul mezzo, confermato anche dal sentiment fin qui registrato dall'organismo sul mese di giugno.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI