• Programmatic
  • Engage conference

26/01/2021
di Cosimo Vestito

Delta Pictures e DigitalBloom insieme per migliorare la redditività delle fonti di traffico basate sulle newsletter

delta pictures-digital bloom.jpg

Delta Pictures e Digitalbloom hanno siglato un accordo per migliorare la redditività delle fonti di traffico basate sulle newsletter.

La web agency e publisher online ha sviluppato una proposta rivolta agli editori per potenziare il traffico diretto generato dalle newsletter. Un progetto specialmente rivolto a editori che non hanno una propria user-base consolidata o che vogliono allargarla su database di terze parti. Grazie agli oltre 10 milioni di indirizzi mail a disposizione di Delta Pictures, gli editori potranno potenziare il proprio traffico di qualità.

DigitalBloom assicura dal canto suo la monetizzazione del traffico così generato e garantisce sia una fonte di revenue aggiuntiva sia un generale ottimizzazione di tutti i valori in RPM relativi al sito, con risparmi in termini di traffic acquisition spesi altrove e migliori KPI editoriali.


Leggi anche: PUBBLICITÀ COOKIELESS, DIGITALBLOOM ANNUNCIA UN ACCORDO CON LIVERAMP


“Da molti anni Delta Pictures si caratterizza per la sua scelta di condividere le proprie strategie collaudate con gli editori del panorama italiano – commenta Nicola Burgay, Amministratore Unico di Delta Pictures – anche in questo caso il progetto parte dalla nostra esperienza come editori e dalla profittabilità che abbiamo rilevato dalle nostre newsletter di qualità”. 

“Questa collaborazione, aperta a editori già presenti nel nostro network e non – afferma Cristina Pianura, CEO di DigitalBloom – si inserisce nel solco delle iniziative che DigitalBloom sta strategicamente avviando per selezionare il traffico migliore, nonché per consapevolizzare circa l’importanza dei KPI editoriali ai fini della remunerazione anche cookie-less nei prossimi mesi”.

Il ritorno della newsletter

Nel corso del 2021 i criteri con i quali il traffico verrà remunerato da parte degli ad exchange, e da Google in particolare, cambieranno radicalmente; la fidelizzazione degli utenti, il tempo di permanenza, la reale fruizione di contenuti a cui si aggiungerà l’esigenza di convertire tali lettori in Universal ID correlati al proprio sito sono gli aspetti che verranno favoriti.


Leggi anche: DIGITALBLOOM E DIGITALMDE INSIEME PER LA CRESCITA DEL DIGITAL AUDIO IN ITALIA


Le strategie di traffic acquisition tramite SEO o social potrebbero perdere di centralità a favore di soluzioni di tipo editoriale. La newsletter, collegata ad un contenuto e ad un sito di cui l’utente si fida, ritorna ad essere protagonista; il traffico organico proveniente dalle newsletter è di straordinaria qualità, generando un basso bounce rate, più tempo di permanenza, più pagine viste per singola visita e migliora i KPI di monetizzazione.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI