• Programmatic
  • Engage conference

19/09/2018
di Lorenzo Mosciatti

Google sfida Apple e porta in Italia il servizio Google Pay. Ecco come funziona

Da oggi, grazie alla nuova applicazione, sarà possibile effettuare acquisti tramite smartphone e smartwatch

google-pay.jpg

Google sfida Apple anche in Italia e lancia oggi nel nostro paese Google Pay, il servizio già operativo in 20 paesi del mondo che permette di effettuare acquisti tramite smartphone e smartwatch. «Per tanti anni si è detto che l'Italia è in ritardo sul fronte della digitalizzazione e che gli italiani sono diffidenti nei confronti del commercio elettronico», ha detto Fabio Vaccarono, il managing director di Google Italia, presentando la novità a Milano. Se questo è in parte vero, «la realtà è che negli ultimi quattro anni l'ecommerce ha quasi raddoppiato il suo giro d'affari e che gli italiani sono sempre più propensi ad effettuare ovunque transizioni digitali». Il terreno, dunque, per il management di Google, è fertile per il lancio del servizio Pay. Tramite l’applicazione Google Pay, compatibile con dispositivi dotati di sistema operativo Android 5+ e con smartwatch Wear Os con tecnologia Nfc, anche gli italiani potranno gestire le carte di credito e di debito direttamente nell’account Google, pagando su app e siti web e in tutti i negozi che supportano il contactless e su tutte le property Google, inclusi Google Play e YouTube. Tra le banche partner del progetto figurano Mediolanum, Boon, Hype, Nexi, N26 e Revolut e Widiba, alle quali si aggiungeranno nei prossimi mesi Iccrea Banca e Poste Italiane. Alcune di società sosterranno la disponibilità del nuovo servizio con piani di comunicazione dedicati, come Banca Mediolanum, da ottobre on air e onine con una campagna pubbblicitaria focalizzata su Google Pay (leggi qui l'articolo).  I negozi che offrono questo tipo di pagamento hanno in mostra il simbolo Nfc/contactless o il logo Google Pay nell'area delle casse. Gli esercizi dove sarà possibile utilizzare il servizio sono, tra gli altri, Autogrill,​ ​Bennet,​ ​Esselunga,​ ​H&M​, Leroy Merlin​, Lidl,​ ​McDonald's,​ ​Profumerie Douglas e la rete metropolitana Atm di Milano. Al momento dell’acquisto bisognerà attivare lo schermo del telefono e appoggiarlo al terminale per effettuare il pagamento contactless. Google Pay può essere selezionato come metodo di pagamento anche quando si effettuano acquisti online. Per farlo deve essere presente il logo Google Pay su siti web o app, come quelli di Asos, Booking.com, Deliveroo, Flixbus, Ryanair e Vueling. Sul fronte della sicurezza, Google fa sapere che i dati della carta di credito non saranno memorizzati né sul dispositivo mobile né all’interno dei sistemi del rivenditore. Quando l'utente effettua un pagamento in un negozio, le transazioni si svolgono usando un numero di carta virtuale. Inoltre se un telefono o uno smartwatch Wear OS viene smarrito o rubato, è possibile usare la funzione “Trova il tuo telefono” per bloccarlo immediatamente da qualsiasi luogo, metterlo al sicuro con una nuova password o eliminare tutte le informazioni personali. Non sarà invece necessario bloccare la carta di credito, perché i suoi dati non sono presenti sul telefono.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI