• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Di Domenico

Verizon Media, ricavi pubblicitari a +25% nel quarto trimestre

Per la controllata di Verizon si tratta del primo quarter in crescita anno-su-anno dall’acquisizione di Yahoo! nel 2017

verizon-media_243033.jpg

Verizon ha rivelato durante gli earnings call di martedì che Verizon Media Group ha chiuso il 2020 in modo brillante: negli ultimi tre mesi dell’anno, la controllata della telco americana che si occupa delle attività digitali e pubblicitarie ha visto i ricavi crescere dell’11,4% rispetto al pari periodo 2019 a 2,3 miliardi di dollari. Si tratta, come nota Adexchanger.com, del primo trimestre di crescita anno-su-anno di Verizon Media dai tempi dell’acquisizione di Yahoo! nel 2017.


Leggi anche: VERIZON MEDIA SI PREPARA ALL'ERA POST-COOKIE


La crescita del Q4 è stata alimentata in particolare dai ricavi legati alle attività pubblicitarie, con le entrate della DSP di Verizon Media balzati del 41% anno-su-anno beneficiando degli investimenti legati alle elezioni americane, ma anche dagli annunci delle società di ecommerce in un Natale in cui gli acquisti fisici sono stati condizionati dalla pandemia di coronavirus. Complessivamente, i ricavi pubblicitari del gruppo sono cresciuti del 25% in un anno.

I risultati confermano, dunque, il momento positivo per il business pubblicitario di Verizon Media, confermato anche da accordi come quello realizzato negli scorsi giorni con Microsoft che ha scelto la SSP di Verizon come piattaforma di monetizzazione principale per le sue properties in vari mercati, Italia inclusa.

Nell’ambito della presentazione dei dati del quarto trimestre 2020 Verizon ha anche spiegato una perdita netta di 119 milioni nel quarto trimestre "principalmente correlata alla cessione del business HuffPost" a BuzzFeed, come parte dell’accordo strategico e azionario tra i due gruppi annunciato a novembre.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI