• Programmatic
  • Engage conference

di Simone Freddi

Q1 a +80% per Tangoo: il trading desk “agnostico e indipendente” ora punta a 6 milioni di fatturato nel 2022

La missione della società guidata da Gaetano Polignano? Operare come digital media partner a 360 gradi, offrendo consulenza su prodotti, soluzioni e attività per il programmatic

Da sinistra: Claudia Mammarella, Gaetano Polignano e Amanda Lim

Da sinistra: Claudia Mammarella, Gaetano Polignano e Amanda Lim

Un team che sfiora già le 30 persone complessive tra Italia, Kosovo e India, un giro d’affari che già quest’anno potrebbe raggiungere i 6 milioni di euro e un obiettivo ambizioso: portare il business italiano del Programmatic Advertising al massimo potenziale anche a livello internazionale.  Parliamo di Tangoo, il nuovo trading desk indipendente e agnostico nato su impulso della tech company italiana MainAd, che a un mese dal suo primo annuncio stampa ufficiale, coinciso con l’ufficializzazione dell’ingresso di Gaetano Polignano come Managing Director, ha incontrato i giornalisti presso l’hub Copernico Zuretti dove ha sede il team. Presenti, oltre a Polignano (vedi anche il video sotto, ndr) la Marketing Manager Amanda Lim e la Chief Revenue Officer Claudia Mammarella.

Di fronte a uno scenario in cui il digitale sta diventando il canale di marketing principale per un numero crescente di aziende, Tangoo ha l’ambizione di operare come digital media partner a 360 gradi, offrendo ad aziende, agenzie e centri media consulenza su prodotti, soluzioni e attività nell’ambito del mondo digitale.

Come? Proponendosi non solo come partner per il media buying, ma più in generale come «consulenti per il digital, in grado di trasformare problemi di business in soluzioni di advertising», ha detto Gaetano Polignano, riconosciuto come uno dei maggiori esperti in Italia di Programmatic Advertising e arrivato in Tangoo con la missione precisa di guidare il team nella sua crescita e internazionalizzazione. Tangoo propone una strategia capace di combinare le attività di Paid Media (Display, DOOH, CTV, Digital Audio, In-App, Paid Social), Creative Asset Optimization e Data Analytics Solutions con la Consulenza Strategica.

Tutto questo grazie a un'importante serie di asset e competenze costruiti “a fari spenti” già da due anni. Nel 2020, ha raccontato infatti Claudia Mammarella, MainAd ha dato vita al progetto Tangoo con la volontà di complementare la propria consolidata offerta nel campo del retargeting (dove la società opera con successo attraverso la piattaforma Logico) con una proposta di servizio completo per il media digitale.

Questo lavoro ha permesso a Tangoo di costruire esperienza e strutture, tra cui un team creativo in Kosovo e un altro di sviluppo tecnologico in India. Complessivamente il team è già di una trentina di persone, di cui oltre quindici in Italia (a Milano la società sta peraltro cercando un nuovo Head of Sales).

Con un nutrito parco clienti che già annovera, tra i brand, nomi come Spazio Casa, Luisa Spagnoli, FCA, A2A e Pupa tra gli altri, Tangoo è già arrivata vicino ai 3 milioni di fatturato nel 2021, e registra un’ulteriore forte accelerazione in questo primo scorcio di 2022. «Nel primo quarter abbiamo messo a segno un +80% year on year e la proiezione a fine anno è di chiudere tra i 5,7 e i 6 milioni di euro di fatturato, crescendo non solo in ambito media trading e creatività, ma anche nella tecnologia. Siamo, tra l’altro, reseller della DSP open source Beeswax», ha riferito Polignano. Numeri quindi di tutto rispetto, per un business che guarda anche oltre confine. Tangoo, infatti, affronta il resto dell’anno in corso con l’idea di confermare la crescita in Italia e Spagna (mercato sul quale ha già una presenza commerciale dedicata), promuovendo un’ulteriore espansione del brand e dei suoi servizi in Germania, Regno Unito e Stati Uniti, dove intende stabilire una solida presenza già nel 2023.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI