• Programmatic
  • Engage conference

04/12/2020
di Alessandra La Rosa

Triboo amplia l’offerta audio con una serie di podcast tematici

Il gruppo punta a creare contenuti di qualità in grado di raggiungere gli utenti qualunque siano i loro interessi. Previste varie modalità di sponsorizzazione

Triboo mette a punto una nuova offerta di podcast

Triboo mette a punto una nuova offerta di podcast

In un anno in cui il mondo dell’audio digitale ha registrato una crescita considerevole e ha catturato sempre più l’attenzione dei brand, Triboo ha deciso di ampliare la propria offerta di contenuti con il lancio di una nuova serie di podcast tematici.

Si comincia da Pinkblog, che punta su un "unordinary storytelling" con la serie “Pinkblood”: protagoniste una serie di donne che abbattono ogni stereotipo, segnate da un’esistenza complicata e che, arrivate ad un bivio, hanno intrapreso la strada più buia e sanguinaria: quella del crimine. Blogo invece punta allo slow-journalism, attraverso la produzione di “Fixing News”, una serie che, riaffronta temi e notizie cult, passate in secondo piano, ma che vale la pena ricordare. Anche Agrodolce ha messo a punto un’offerta ad hoc, con la produzione di tre serie: a “La Fumelli in Agrodolce”, interviste audio che coinvolgono diversi personaggi di spicco del mondo food, si aggiungono le rubriche “Free Drink”, dedicata ai drink più bevuti al mondo, dalle origini fino alle evoluzioni più recenti, e “Ingredienti Insoliti” dedicata ai prodotti esotici e alle loro storie. Sul mondo dell’automotive c’è il nuovo “Spoiler” di Autoblog, un podcast verticale che regala ai suoi ascoltatori un quadro delle ultime novità provenienti dal mondo delle quattroruote e che racconta tutte le principali caratteristiche delle nuove auto in commercio.


Leggi anche: IPSOS: NEL 2020 CRESCE L'APPEAL PUBBLICITARIO DEI PODCAST


Triboo, investendo su nuovi format editoriali, punta a creare una vera e propria offerta contenutistica e di intrattenimento di qualità, in grado di raggiungere i propri utenti, qualunque siano i loro interessi. Il gruppo conferma così ancora una volta la sua attenzione al mondo dell’audio digitale, dopo l’apertura di una divisione dedicata alla raccolta pubblicitaria in reservation e programmatic e il lancio di una radio digitale nel 2019.

“Gli ascoltatori di podcast in Italia sono stati circa 13,9 milioni nel 2020, in crescita del 15% rispetto all’anno precedente – commenta Giangiacomo Corno, Vicepresidente di Triboo -. Il consumo di questo nuovo media è costante, e sta cambiando i comportamenti digitali degli ascoltatori, entrando a far parte della nuova normalità anche nelle fasi post-lockdown di quest’anno. Siamo fiduciosi ed entusiasti dell’apertura di queste nuove linee di produzione delle nostre testate. Siamo convinti che il settore del digital audio sia un’opportunità a livello editoriale e di advertising da non lasciarsi scappare”.

Triboo: l'offerta commerciale dei podcast

L'offerta commerciale dei podcast, gestita da Triboo Media, prevede sia audio preroll che progetti di Brandsetter Content sull’audio digitale. I podcast offrono varie modalità di sponsorizzazione da parte del cliente: in formato "solo audio" con inserimento di citazione del brand all’inizio o alla fine del podcast (in forma di "Sponsored by"), il caricamento del contenuto su Spreaker con logo del cliente e diffusione sui principali canali (Spotify, Apple Podcast, Google Podcast, TuneIn, SoundCloud) o la modalità branded content con creazione di contenuti editoriali e/o video ad hoc a supporto della sponsorizzazione del podcast.  

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI