• Programmatic
  • Engage conference

10/10/2020
di Lorenzo Mosciatti

Gedi vende Il Tirreno, La Gazzetta di Modena, La Gazzetta di Reggio e La Nuova Ferrara

Tra gli azionisti di Sae (Sapere aude editori), società rappresentata dall'amministratore Alberto Leonardis, figurano tra gli altri Toscana Sviluppo del costruttore livornese Maurizio Berrighi e Portobello Group, attiva nel campo editoriale e pubblicitario

Maurizio Scanavino, a.d. di Gedi

Maurizio Scanavino, a.d. di Gedi

Gedi tira dritto e annuncia la vendita de Il Tirreno, La Gazzetta di Modena, La Gazzetta di Reggio e La Nuova FerraraSae Srl.

Dopo gli scioperi degli scorsi giorni, proclamati dai sindacati dei quattro giornali del gruppo, Gedi ha comunicato in una nota stampa di aver "raggiunto un accordo per la cessione del ramo d’azienda delle testate Il Tirreno, la Gazzetta di Modena, La Gazzetta di Reggio e La Nuova Ferrara alla società Sae Srl, rappresentata da Alberto Leonardis”. Gedi ha "individuato in Sae Srl la società che per affidabilità, progetti e intenzioni potrà offrire la miglior garanzia di continuità, rafforzamento e prestigio a testate che per storia e tradizione rappresentano una parte importante dell’editoria quotidiana, grazie al contributo di valore assicurato negli anni dai colleghi giornalisti e poligrafici".

Tra gli azionisti di Sae (Sapere aude editori), società di cui Alberto Leonardis, l'imprenditore che nel 2016 ha acquisito Il Centro di Pescara, è amministratore unico, figurano in primis Toscana Sviluppo, realtà del costruttore livornese Maurizio Berrighi, con il 37,5% delle quote, Portobello Group, società attiva anche nel campo editoriale e pubblicitario, con il 25% ed Eco.Net SpA sempre con il 25%. 


Leggi anche: WEB MAGAZINE MAKERS PORTA IN ITALIA IL BRAND VARIETY: IL FOCUS È SUL DIGITALE


La società è stata costituita lo scorso 22 luglio a Campiglia Marittima, in provincia di Livorno, con un capitale di 100.000 euro. Tra gli azionisti minori figurano l'editore Giulio Fascetti, Brio Consulting, Almi, la società di Leonardis specializzata nella ricerca di opportunità per fondi di privavte equity, e Atnext, la società di marketing di Bologna guidata da Alberto Tivoli (titolare anche dell'agenzia di pubblicità Life).

Le ragioni della vendita

Secondo le indiscrezioni che circolano tra gli addetti ai lavori, Gedi avrebbe deciso di vendere le quattro testate per ridurre la sua quota di mercato, in ossequio alla legge che prevede un massimo del 20% in capo ad un unico soggetto, e poter così acquisire così i giornali locali di Athesis (L’Arena, Brescia Oggi e il Giornale di Vicenza). 


Leggi anche: GEDI: PUBBLICITÀ A -30,8% NEL SEMESTRE, RADDOPPIANO GLI ABBONATI DIGITALI


Secondo altre fonti, Gedi vorrebbe però mirare più in alto ed entrare nel capitale di Gruppo 24 Ore, l'editrice che fa capo a Confindustria.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI