• Programmatic
  • Engage conference
02/09/2022
di Teresa Nappi

Class Editori: dal 19 settembre Roberto Bernabò sarà il nuovo Chief Digital Development Manager

In uscita da Il Sole 24 Ore, dove è stato vicedirettore capo con responsabilità allo sviluppo digitale, Bernabò avrà il compito di sviluppare l’offerta digitale della casa editrice

Roberto Bernabò

Roberto Bernabò

Dal 19 settembre Roberto Bernabò sarà ufficialmente il nuovo Chief Digital Development Manager di Class Editori. Lo comunica lo stesso manager dal profilo LinkedIn.

Il suo obiettivo sarà “portare l'esperienza acquisita e l'entusiasmo di sempre a un sistema che guarda con ambizione al futuro, con l'incarico di sviluppare l’offerta digitale dei media della casa editrice”, scrive Bernabò.

La nuova avventura del manager, in uscita da Il Sole 24 Ore il 16 settembre, sottolinea al contempo la volontà del gruppo Class di dare un ulteriore spinta alla crescita del suo business digitale.


Leggi anche: CLASS EDITORI, LA PUBBLICITÀ CRESCE DEL 7% NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2022


Chi è Roberto Bernabò

Roberto Bernabò ricoprirà fino al 16 settembre la carica di Vicedirettore capo de Il Sole 24 Ore, ruolo in cui è stato operativo dal 2018, quando ha assunto anche la responsabilità dello sviluppo digitale e multimediale della testata.

Prima di passare a Il Sole 24 Ore, Bernabò ha lavorato all’Editoriale Espresso, poi diventata Gedi, dall’ottobre 2014 al dicembre 2017 con il ruolo di Direttore editoriale con responsabilità manageriale all’innovazione digitale.

Dal 2009 al 2014 è stato direttore de Il Tirreno, impegnandosi non solo allo sviluppo del quotidiano sul territorio toscano, ma anche alla sua trasformazione digitale.

Le nuove frontiere del giornalismo online sono sempre state dunque una costante nell’esperienza di Bernabò, che ora sarà al servizio del gruppo multimediale Class Editori, “consapevole che il futuro dei media si gioca sulla centralità delle persone che leggono, ascoltano, guardano, partecipano e sulla capacità di costruire prodotti in continua evoluzione come incrocio tra contenuto, tecnologia, design, dati, marketing”, scrive ancora il manager.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI