• Programmatic
  • Engage conference

03/07/2019
di engage

Le giurie di Cannes alla prova della "gente comune": sabato i S.Alberto Awards

Voluto dal collettivo ADVengers, il festival consiste in un originale test per le campagne premiate ai Cannes Lions, che saranno giudicate da cinque cittadini di un borgo romagnolo

Il logo del festival

Il logo del festival

Abbandonata l’esclusività della Costa Azzurra, il top della creatività pubblicitaria mondiale scende nella campagna romagnola per la prima edizione dei S.Alberto Awards, un festival in cui le campagne premiate ai Cannes Lions verranno sottoposte al giudizio dei comuni cittadini. E scoprire così se le giurie del Palais des Festivals parlano la stessa lingua della gente "normale". Voluto dal collettivo ADVengers e dall’associazione culturale ‘Amici di Olindo Guerrini’, l’edizione d’esordio dei S.Alberto Awards si terrà sabato 6 luglio nel borgo omonimo, in provincia di Ravenna. Per l’occasione, alcune delle campagne premiate con il Leone d’Oro, il riconoscimento più ambito, ai recenti Cannes Lions saranno sottoposte al giudizio di cinque santalbertesi: Alberto, responsabile del personale in un’azienda tecnica, Bruna, pensionata, Lara, geometra e neomamma, Liliana, impiegata, Maurizio, agricoltore. Saranno loro a decidere chi merita uno dei cinque S. Alberto Awards, trofei che hanno la forma della volpoca, un’anatra tipica della zona. «Il progetto - racconta Azeglio Bozzardi, direttore creativo in Havas Milan e fondatore degli ADVengers - è un vero e proprio esperimento sociale, un test per le migliori campagne appena premiate a Cannes. L’obiettivo è capire se quelle campagne parlano veramente a tutti, perché a volte, rischiamo di creare messaggi rilevanti solo per noi pubblicitari». Tra i lavori che i giurati dovranno visionare ci sono campagne di diverse categorie, tra cui Film, Outdoor, Pr, Mobile e Health. I premi a forma di volpoca saranno spediti alle agenzie internazionali vincitrici, che potranno così mettere in bacheca un trofeo forse meno aspirazionale rispetto ai consueti, ma senz'altro molto genuino.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI