• Programmatic
  • Engage conference

di Lorenzo Mosciatti

Radio, ascolti in crescita nel secondo semestre 2021. RTL 102.5 conferma la leadership

Photo by Fringer Cat on Unsplash

Photo by Fringer Cat on Unsplash

Ascoltatori in crescita per la radio nel secondo semestre del 2021. Secondo i dati Ter - Tavolo Editori Radio, sono quasi 34,5 i milioni di italiani che ogni giorno ascoltano la radio, un numero in aumento del 3,7% rispetto al primo semestre dello scorso anno e del 2,3% rispetto al periodo luglio-dicembre 2020. La società per la rilevazione delle audience del mezzo ha pubblicato i dati sia del semestre sia dell’intero anno. 

RTL 102.5 conferma la prima posizione in classifica nel gionro medio, con un’audience nel secondo semestre di 6,457 milioni di ascoltatori, in diminuzione del 6,9% rispetto allo stesso periodo del 2020 (anno in cui il mezzo ha subito i contraccolpi del Covid, tanto che  Ter - Tavolo Editori Radio non ha reso pubblici i dati dei primi sei mesi).


Leggi anche: CRESCE LA PUBBLICITÀ RADIOFONICA: A NOVEMBRE +11%. I DATI FCP-ASSORADIO


“RTL 102.5, la prima radiovisione italiana, ha sempre saputo interpretare il desiderio di tutti gli ascoltatori di poter tornare alla normalità e i dati TER dimostrano che, anche dopo un periodo di grandi incertezze, il mezzo radio gode di ottima salute ed è un punto fermo nelle abitudini quotidiane degli italiani”, commenta il presidente di RTL 102.5, Lorenzo Suraci.

Gli ascolti delle principali emittenti radiofoniche nel giorno medio, secondo semestre 2021

Gli ascolti delle principali emittenti radiofoniche nel giorno medio, secondo semestre 2021

In seconda posizione si conferma Rds con quasi 5 milioni di ascoltatori, in linea con l’anno precedente (-0.2%). “Felici che l'universo radio sia tornato con tutti gli indici positivi e praticamente in linea con il 2019, il che denota la tonicità del mezzo e l'affezione degli ascoltatori “, commenta Eduardo Montefusco, presidente di RDS 100% Grandi Successi. L’emittente “conferma la seconda posizione tra le radio più ascoltate a 4.923.000 sul giorno medio e una crescita sul quarto d’ora medio di oltre il 6,5% su questo ultimo semestre, confrontato con il secondo semestre del 2020”. 

Radio Deejay chiude il semestre “con 4.853.009 ascoltatori nel giorno medio, +5%, e 457.000 nel sul quarto d’ora medio (+2%), una performance realizzata oltretutto in un periodo in cui la radio non ha potuto esprimere la sua grande forza nella realizzazione di eventi musicali e sportivi, da sempre seguitissimi dal pubblico. Primati d’eccellenza che si sommano alla leadership dell’emittente sul digitale, con circa 1,1 milioni di follower su Instagram, 2,2 milioni su Facebook e 2,2 milioni su Twitter”, spiega Gedi in una nota. 

Radio Italia è quarta in classifica con 4.711.000 ascoltatori, in aumento del 3,5%. “E’ stato per Radio Italia solomusicaitaliana un buon secondo semestre 2021”, spiega l’editore Mario Volanti. “Infatti il nostro dato rispetto al primo semestre è in crescita sia nel giorno medio che nel quarto d’ora medio. Resta il fatto che comunque non molto è cambiato rispetto agli equilibri degli ultimi anni in termini di ranking e target: Radio Italia mantiene invariato il proprio posizionamento, frutto evidente di un lavoro che dura ormai da 40 anni e che di fatto la conferma un punto di riferimento per la musica italiana. L’impossibilità nel 2021 di aver prodotto quelli che sono stati per anni alcuni nostri punti di forza, i grandi eventi nelle piazze e i live nel nostro Reward Music Place con il calore del pubblico, ci hanno probabilmente un po’ penalizzati”. 

Segue Radio 105 con 4.483.000 ascoltatori, in crescita del 6,7%, posizionata davanti a Radio RaiUno (3.411.000, -7,9%), Radio Kiss Kiss (3.398.000, +13,1%), Virgin Radio (2.733.000, +9,1%) e Radio RaiDue (2.664.000, -38,2%).

radio-ter.jpg

Chiude la top ten Radio 24 con 2.209.000 milioni di ascoltatori, in calo del 2,6%. “I dati 2021 confermano la fedeltà all’ascolto di Radio 24 e alla sua proposta editoriale, che viene ormai fruita dagli ascoltatori attraverso tutti i canali disponibili grazie al digitale e alla multicanalità “, commenta Federico Silvestri, Direttore Generale Radio 24 e 24ORE System. “La nostra audio content strategy, varata ormai da due anni, sta dando infatti grandi risultati in termini di produzioni originali, più di 20 solo nel 2021, e di download. Anche il mercato ha riconosciuto la grande capacità narrativa di Radio 24 e sempre più aziende ci hanno scelto come partner ideali per la produzione di contenuti e, più in generale, per la costruzione di tutte le iniziative utili a comunicare valori e relazioni da condividere con il pubblico. Una nota particolarmente positiva è la reazione entusiastica del mercato al nostro ritorno in eventi esterni nella seconda parte dell’anno e alla nuova proposta di digital round table a cui hanno aderito 21 partner”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI