• Programmatic
  • Engage conference

16/07/2021
di Caterina Varpi

JTI Italia e Save The Planet con Casa Surace per la campagna anti-littering "Io la butto lì"

La comunicazione contro l’abbandono dei piccoli rifiuti coinvolge diverse star del web. Firma Pensieri & Colori

iolabuttoli.jpg

Un piccolo gesto può fare una grande differenza: questo il messaggio di #IoLaButtoLi, la campagna anti-littering promossa da Save The Planet e JTI Italia e realizzata in collaborazione con l’agenzia cooperativa Pensieri & Colori che torna a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tematica del corretto smaltimento dei piccoli rifiuti di uso quotidiano.

Dopo il successo dello scorso anno, la campagna ha infatti ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’Ambiente grazie alle oltre 10 milioni di visualizzazioni ricevute, spiega il comunicato, i ragazzi di Casa Surace con il loro stile scanzonato e provocatorio torneranno a promuovere la sostenibilità, ma stavolta non da soli.

Combattere l’abbandono dei piccoli rifiuti è infatti una sfida che si può vincere soltanto insieme e così, quest’anno insieme a Casa Surace la sfida per un mondo più pulito - una vera e propria challenge di sostenibilità - è stata raccolta da alcuni dei volti più noti del web come Angelica Massera, i Badaboom, Il Matricomio, Isabo e Raissa&Momo. Ecco lo spot che presenta il progetto:

“La campagna #iolabuttoli insieme al Manifesto Anti-Littering, il manifesto interattivo rivolto a cittadini, imprese e amministrazioni locali per sottoscrivere un impegno congiunto per un futuro sostenibile che nei primi mesi ha già ricevuto migliaia di adesioni, rappresentano un passo importante per sensibilizzare tutti noi ad un problema concreto, come quello dei piccoli rifiuti - afferma Elena Stoppioni, Presidente di Save The Planet Onlus. - “Per noi è centrale passare dall’opinione all’azione e siamo orgogliosi che alcuni dei volti più noti del web abbiano risposto con entusiasmo alla nostra call to action, dimostrando come sostenibilità non sia solo una parola, ma un vero e proprio impegno”

Ogni giorno sono migliaia le tonnellate di plastiche e materiali pericolosi che entrano a far parte del nostro ecosistema e questa cattiva abitudine rappresenta purtroppo un fenomeno in crescita. La soluzione? Secondo STP e JTI Italia non può essere solo limitarsi a raccogliere i rifiuti, per quanto utile, o ricorrere a multe e ammende: tutti devono sentirsi parte integrante del cambiamento che si vuole vedere nel mondo.

“Quello del littering è un problema serio ed esige risposte concrete”, ha spiegato Lorenzo Fronteddu, Corporate Affairs and Communication Director di JTI Italia. “Con #IoLaButtoLi confermiamo la nostra volontà agire in modo tangibile per il rispetto dell’ambiente: siamo infatti convinti che un cambio di mentalità sia possibile e nei prossimi mesi continueremo insieme a portare avanti la nostra attività di sensibilizzazione per perseguire l’obiettivo della sostenibilità, consapevoli che ogni piccolo gesto rappresenta già un grande risultato”.

Proprio per questo, STP e JTI hanno voluto condividere con i protagonisti di #iolabuttoli un’esperienza 100% “green”: le star del web si sono riunite nella campagna toscana per scoprire tutti i segreti della sostenibilità, dall’impatto della Co2 di ogni persona ai piccoli comportamenti sbagliati che crediamo ininfluenti per l’ambiente. Questo perché ciò che davvero conta non è parlare di sostenibilità, ma diventarne parte integrante e coinvolgere gli altri nel cambiamento. Il messaggio della comunicazione, infatti, non si esaurirà nel periodo estivo, ma continuerà anche nei mesi successivi, perché la lotta ai piccoli rifiuti è un impegno che dura 365 giorni all’anno.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI