• Programmatic
  • Engage conference
16/11/2021
di Lorenzo Mosciatti

Pompea si affida ad Emerald Communication e punta di nuovo sull'OOH

Il progetto è stato seguito da Affissioni Italia, la business unit del gruppo torinese specializzata nell'out of home

pompea.jpg

Pompea torna a comunicare sui circuiti out of home e lo fa affidandosi a Emerald Communication

“La partnership siglata con un marchio storico come Pompea è una grande soddisfazione per tutti noi”, afferma Giancarlo Cardile, Ceo di Emerald Communication. “La sfida di contribuire al rebranding attuato dall'azienda mantovana è stata immediatamente accettata con entusiasmo dal nostro team di Affissioni Italia”.

L'agenzia Affissioni Italia, business unit del gruppo torinese Emerald Communication specializzata nella OOH, è considerata da oltre dieci anni un'importante realtà a livello nazionale e ad oggi conferma una costante crescita del business. On air nel mese di novembre, Pompea ha pianificato la campagna "The Real Comfort" nelle città di Milano, Napoli, Bologna e Terni. La pianificazione prevede un mix di impianti per valorizzare al meglio i nuovi capi eco-friendly del brand.

pompea-napoli.jpg

Sono stati individuati, ad esempio, impianti digitali come il Maxi Ledwall in Piazzale Cadorna e il The Stage in Corso Venezia nel capoluogo lombardo, medi formati in zone centrali su Napoli, impiantistica di arredo urbano su Bologna e, infine, poster e stendardi nei pressi del nuovo punto vendita di Terni. A completamento della pianificazione studiata da Affissioni Italia, anche bus e tram con wrappatura integrale su Milano e Bologna, e Full Back Bus su Napoli.

Commenta Alan Garosi, Head of Marketing di Pompea: "La nuova campagna outdoor di Pompea è per noi una novità. Infatti la società dopo anni ha reinserito in senso strategico questa tipologia di comunicazione. Grazie ad Emerald Communication, che ci ha supportato nell’analisi e nella scelta, siamo riusciti ad ottenere posizioni strategiche nelle città chiave dove volevamo rientrare in contatto con il nostro consumatore".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI