• Programmatic
  • Engage conference

28/04/2021
di Andrea Salvadori

Wpp “ sorprende” il mercato e torna a crescere nel primo trimestre 2021. Bene l'Italia (+12,4%)

Il gruppo pubblicitario guidato da Mark Read lancia intanto la “global data company” Choreograph

Mark Read, ceo di Wpp Group

Mark Read, ceo di Wpp Group

Wpp Group sorprende il mercato e chiude il primo trimestre dell’anno con ricavi a quota 2,3 miliardi di sterline, in crescita su base organica del 3,1%, mentre gli analisti si aspettavano un calo dell’1,5%.

Il bilancio di Wpp, così come i dati trimestrali dei concorrenti Publicis e Omnicom, evidenzia dunque i primi segnali di ripresa in atto nel mercato pubblicitario su scala globale, dopo un 2020 segnato inevitabilmente dall’emergenza sanitaria. Solo nel quarto trimestre del 2020, Wpp aveva registrato un calo del 6,5%.

"Le campagne di vaccinazione stanno migliorando la visibilità in molti mercati, anche se registriamo inevitabilmente ancora incertezza sui ritmi della ripresa", ha detto il Ceo Mark Read. La società britannica conferma così l’obiettivo di chiudere l’anno con un risultato in crescita ad una cifra media. 

Analizzando il trimestre, Wpp segnala un “buon inizio d'anno con un ritorno alla crescita in tutte le linee di business e nella maggior parte dei mercati principali” dove opera, ha detto anche Mark Read. Le performance sono state particolarmente positive in Cina (+18%), mentre in Gran Bretagna il business è cresciuto del 3,9% e nel ricco mercato statunitense dello 0,7%.

In Europa Wpp ha messo a segno un incremento del business del 3,7% con un andamento molto positivo in Italia, dove la società ha registrato una crescita organica del 12,4%, Germania, Paesi Bassi e Danimarca.


Leggi anche: WPP PUNTA A RAFFORZARSI NEL MARTECH E NELL’ECOMMERCE. «TRA I 200 E I 400 MILIONI DI STERLINE ALL’ANNO PER ACQUISIZIONI»


Il fatturato delle agenzie integrate di Wpp è aumentato del 2,8%. Ad ottenere i risultati migliori è stato il network VMLY&R. Molto bene GroupM, in crescita del 5,8%. Wunderman Thompson è tornato al segno più, mentre Ogilvy e Akqa Group, seppur in ripresa, sono ancora in territorio negativo.

Il new business guadagnato da Wpp nel trimestre ha portato in dote un amministrato di 1,3 miliardi di dollari, grazie all’acquisizione di clienti come Absolut, JP Morgan e Salesforce.

Choreograph, la “global data company”

Intanto Wpp ha annunciato il lancio di una nuova società, Choreograph, una “global data company” che avrà il compito di aiutare i clienti a valorizzare i dati di prima parte e a capire quali possono essere gli approcci sulla privacy da adottare più idonei. Choreograph sarà attiva su scala internazionale e sarà formata da circa 700 specialisti di GroupM e Wunderman Thompson, tra esperti di tecnologia, sviluppatori di prodotto e data scientist.

Operativa all’interno di GroupM, Choreograph è guidata da Kirk McDonald, Ceo di GroupM North America e sarà attiva in tutti i principali mercati con diversi hub di supporto a Karlsruhe (Germania), Lille (Francia), Londra (U.K.), New Delhi (India), New York e San Francisco (Stati Uniti), Shanghai (Cina) e Sydney (Australia).

Il suo primo importante cliente è Walgreens Boots Alliance, il colosso statunitense delle catene retail di salute e bellezza farmaceutico che ha scelto lo scorso anno Wpp come agenzia di riferimento per il marketing e la comunicazione.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI