• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Salvadori

Walgreens Boots Alliance chiude la gara e conferma Wpp nel mondo per marketing e pubblicità

La spesa del colosso statunitense delle catene retail di salute e bellezza, entrato in Italia nel 2018 attraverso l’acquisizione delle farmacie EssereBenessere, supera i 500 milioni di euro all'anno

walgreens-boots-wpp-hed-page-2020.jpg

Walgreens Boots Alliance ha chiuso la gara pubblicitaria e ha scelto di continuare a lavorare nel mondo con Wpp

Il nuovo contratto con il colosso statunitense delle catene retail di salute e bellezza, entrato in Italia nel 2018 attraverso l’acquisizione delle farmacie EssereBenessere, sarà valido sino alla fine 2022 con un'opzione per estenderlo sino al termine del 2024.

WPP supporterà tutte le divisioni dell'azienda guidata dall’italiano Stefano Pessina, sino a qualche mese fa ceo e oggi chairman, con un team dedicato di talenti provenienti da diverse agenzie. Uno dei punti fermi della rinnovata partnership sarà una soluzione tecnologica che combinerà il patrimonio di dati di prima parte di Walgreens Boots Alliance con le competenze mar-tech di Wpp.

Il business del gruppo sta d'altronde puntando sempre di più verso l’ecommerce, un percorso accelerato dalla pandemia. Nel secondo trimestre le vendite online del marchio Boots sono aumentate del 78% (a dire il vero anche perché i negozi fisici al dettaglio sono stati chiusi a causa del lockdown). 

Pessina ha detto di aver pianificato “un'accelerazione” dei piani di digitalizzazione del gruppo, citando una recente partnership con Adobe e Microsoft, un’iniziativa varata per supportare “lo sviluppo della nostra piattaforma di personalizzazione delle attività di marketing e di coinvolgimento dei clienti”.


Leggi anche: WALGREENS BOOTS ALLIANCE: WPP E PUBLICIS IN FINALE NELLA GARA PUBBLICITARIA GLOBALE


In finale Wpp si è confrontato con Publicis Groupe, mentre nella fase precedente al pitch avrebbe partecipato anche Omnicom

La spesa di Walgreens Boots Alliance per pubblicità e marketing è ragguardevole, pari ad oltre 500 milioni di euro. Nel dettaglio, secondo quanto si legge nei suoi rapporti annuali, la spesa è stata di 585 milioni di dollari nel 2019, contro i 665 milioni del 2018 e i 571 milioni del 2017.


Leggi anche: CARAT, WAVEMAKER E OMD GUIDANO IL NUOVO RANKING "PROFILE CLASSIFICATION" DI RECMA


Il rapporto con Wpp si è consolidato all’inizio del 2017, quando Walgreens Boots Alliance aveva affidato alla società oggi guidata dal ceo Mark Read la gestione di tutto il suo business della comunicazione, dalla creatività delle campagne alla pianificazione pubblicitaria sino alle pubbliche relazioni.

Gli Stati Uniti rappresentano il mercato più importante per la società (tre quarti delle vendite avvengono infatti qui), mentre il resto del business è concentrato in Europa (in Gran Bretagna in particolare la società raccoglie il 10% dei ricavi).

In Italia, dove è entrata di recente, il gruppo intende creare una grande catena di farmacie con l'insegna Boots, quella utilizzata in Gran Bretagna. Ad oggi le farmacie Boots presenti in Italia sono una decina, sparse tra Milano (dove il gruppo ha acquistato la storica Carlo Erba di piazza del Duomo), Roma e, da quest’estate, la Costa Smeralda in Sardegna. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI