• Programmatic
  • Engage conference

22/04/2020

Viralize fonda Union, la joint venture per il video advertising nel mercato EMEA

La società del Gruppo Vetrya dà vita insieme ad altri 4 player internazionali ad una nuova realtà per consentire ai brand globali di pianificare campagne video sui principali siti dei paesi coinvolti

Steven Filler

Steven Filler

Viralize, società del Gruppo Vetrya, gruppo italiano leader riconosciuto nello sviluppo di servizi digital, piattaforme cloud computing, soluzioni applicative e servizi broadband, entra a far parte di Union, la nuova joint venture che include 5 tra le principali piattaforme di video advertising nel mercato EMEA, e che ora è attiva sul mercato per consentire ai brand globali di pianificare campagne video sui principali siti dei vari paesi coinvolti. Union e i suoi membri fondatori PlayAD, Project Agora, ShowHeroes, Video Intelligence e Viralize hanno instaurato relazioni strategiche e partnership consolidate con migliaia di siti nei relativi mercati locali che coprono tutta l'area EMEA, fornendo formati, contenuti video, tecnologia e monetizzazione. L’obiettivo della joint venture è quello di rappresentare una grande opportunità per i centri media e i brand multinazionali che vorranno pianificare centralmente campagne EMEA, oltre che per i publisher locali che potranno quindi accedere ai budget global. Alla guida di Union, che avrà base a Londra, ci sarà Steven Filler, personaggio di spicco con ben oltre 20 anni di esperienza nel settore digitale, dove ha ricoperto importanti ruoli commerciali in diverse aziende leader come The Guardian, AOL, Collective e Kargo. Filler è stato nominato Managing Director e ha già dato il via al primo round di assunzioni con l’obiettivo di costruire il team commerciale e operations. Steven Filler Union introduce sul mercato un mix unico ed esclusivo di formati video instream (pre-roll) e outstream, consentendo agli inserzionisti di pianificare contestualmente su editori di qualità e potendo raggiungere quasi 300 milioni di utenti. Union_logo_with_slogan Nel network, solo per citarne alcuni, si potranno vantare rinomati partner internazionali come Marie Claire, Elle, Vanity Fair e Cnn, nonché importanti player del mercato come Aller Media, Axel Springer, Stryia, Iol e Funke Media Group. Steven Filler, nominato Managing Director di Union, ha dichiarato: “Sono incredibilmente entusiasta di lanciare Union e di riunire la forza combinata di queste 5 società con oltre 300 dipendenti situati in 34 città della regione EMEA. Gli inserzionisti chiedono sempre maggiore qualità e inventory 'safe' e Union lo rende possibile attraverso un unico punto di accesso”. “Nonostante il momento delicato che stiamo vivendo, abbiamo deciso di continuare a investire sia sotto il profilo tecnologico, migliorando costantemente la nostra piattaforma e i nostri formati, sia dal lato dell’ampliamento dell’offerta, e l’ingresso in Union ne è la dimostrazione", ha commentato Marco Paolieri, Ceo Viralize. "Crediamo davvero molto nel progetto e abbiamo lavorato diversi mesi in prima linea per dare vita a questa 'super coalition', con la ciliegina sulla torta finale rappresentata dell’ingresso di Steven, che col suo entusiasmo e competenza ha contribuito tantissimo alla nascita di questa joint venture”. “Sono ormai quasi due anni che abbiamo avviato rapporti con altri player di dimensioni simili alla nostra nel mercato EMEA per la gestione e la pianificazione di campagne di clienti italiani oltre confine", ha aggiunto Stefano Premoli, Commercial Director Viralize. "L’operazione che annunciamo oggi porterà un grande beneficio a tutti i player coinvolti, agli investitori, ma anche a noi stessi, sotto il profilo di una migliore organizzazione, della qualità e del controllo delle attività. Avremo infatti a disposizione un unico enorme 'basket' di tutte le nostre inventory da cui poter pescare facilmente in base alle necessità e agli obiettivi, sia lato reservation sia lato programmatic. Quindi oltre all’opportunità di poter attingere ai budget global, avremo anche quella di poter gestire più facilmente e al meglio le campagne internazionali dei clienti italiani che vengono pianificate dal nostro Paese. Ritengo che il grande valore aggiunto di Viralize sia quello di poter agire in assoluta autonomia e quindi anche con grande velocità d’azione, soprattutto in questo momento dove per ovvi motivi il mercato è in forte contrazione", prosegue Premoli. "Con questa e con altre novità che comunicheremo presto, e grazie al costante presidio del mercato unito al servizio puntuale e propositivo che il nostro fedele e validissimo team offre quotidianamente, siamo convinti che riusciremo ad affrontare al meglio le attuali sfavorevoli contingenze globali, dando come sempre il massimo di noi stessi”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI