• Programmatic
  • Engage conference

29/07/2022
di Caterina Varpi

Datrix, ricavi pari a 6,7 milioni di euro (+23%) nel primo semestre 2022

La realtà guidata da Fabrizio Milano d’Aragona segnala l'incremento del valore dei ricavi riccorrenti e dell'Area AI per Data Monetization

fabrizio-milano-d-aragona_334024.jpg

Datrix, società attiva nello sviluppo di soluzioni e servizi di augmented analytics basati su intelligenza artificiale e modelli di machine learning, quotata su Euronext Growth Milan, ha chiuso il primo semestre del 2022 con ricavi per 6,7 milioni di euro, in progresso del 23% rispetto al dato proforma del primo semestre del 2021, che include il consolidamento della società Adapex Inc. dal 1 gennaio 2021. 

La realtà guidata da Fabrizio Milano d’Aragona segnala la crescita dell'Area AI per Data Monetization, che registra ricavi per 1,9 milioni di euro, +38% rispetto al dato proforma al 30 giugno 2021 (1,4 milioni).

Aumenta inoltre nel semestre la percentuale dei ricavi realizzati all’estero, pari al 31% del totale dei ricavi consolidati (25% nel primo semestre 2021), per un valore di 2,1 milioni di euro al 30 giugno 2022.

La società comunica anche l'incremento del valore dei ricavi ricorrenti, che raggiungono il 73% sul totale dei ricavi realizzati dal gruppo (67% nel primo semestre dello scorso anno), per un valore di 4,9 milioni di euro.


Leggi anche: DATRIX CHIUDE IL 2021 CON RICAVI IN CRESCITA A DOPPIA CIFRA E SI PREPARA A NUOVE ACQUISIZIONI


Fabrizio Milano d’Aragona, CEO di Datrix, così commenta questi numeri: “I risultati estremamente positivi del primo semestre dell’anno confermano la validità del nostro progetto strategico, industriale e di internazionalizzazione. L’acquisizione di Adapex negli Stati Uniti a fine 2021 e la successiva integrazione all’interno del Gruppo hanno supportato Il significativo progresso della divisione AI per Data Monetization con un conseguente cross selling delle soluzioni proposte anche in Europa a supporto della crescita”.

“Inoltre - continua il manager - l’integrazione tecnologica sull’area martech sta portando risultati importanti, creando un circolo virtuoso sul progresso dei ricavi ricorrenti che oggi rappresentano il 73% del fatturato totale realizzato. Prosegue infine, in linea con la strategia di crescita comunicata al mercato al momento della quotazione, la ricerca di opportunità concrete di acquisizione di nuove realtà che, in modo sinergico, possano entrare a far parte del nostro Gruppo e al momento ci sono alcuni dossier in fase di valutazione”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI