• Programmatic
  • Engage conference

19/02/2021
di Simone Freddi

2020 a +36% per Instilla, la scale up del conversion marketing

Chiusa efficacemente l’operazione di buyout, la società guidata da Alessio Pisa che aiuta le aziende a migliorare le proprie performance online apre il 2021 con nuove assunzioni e ulteriori ambizioni

Alessio Pisa, Ceo e Founder di Instilla

Alessio Pisa, Ceo e Founder di Instilla

Per molte attività economiche, la pandemia di Covid-19 si è dimostrata fortemente penalizzante. Allo stesso tempo, le conseguenze delle misure varate dal Governo per cercare di limitare la circolazione del virus hanno spinto le aziende verso una maggiore digitalizzazione del business, favorendo nel contempo la crescita di quelle realtà capaci di affiancare gli imprenditori nel miglioramento delle performance online dei propri brand.

E’ il caso di Instilla, società milanese di consulenza nel marketing digitale, che proprio nel 2020 ha vissuto alcuni passaggi-chiave nel proprio percorso di sviluppo. Spiccano la crescita del fatturato, passato dai 2,2 milioni del 2019 ai 3 milioni dello scorso anno, e l’operazione di management buyout completata a fine anno che ha reso la scale up una realtà completamente indipendente dai business angel che l’hanno supportata nei primi 5 anni di attività.


Leggi anche: IL GRUPPO CAP SCEGLIE INSTILLA PER CONVERSION E DIGITAL MARKETING


Al cuore del successo di Instilla c’è lo sviluppo di una metodologia proprietaria per definire in una maniera univoca i diversi passaggi fondamentali per una strategia efficace di “conversion marketing”. Parliamo, come spiega a Engage il Ceo e fondatore Alessio Pisa, di mettere insieme «tutte quelle attività necessarie e funzionali a migliorare le performance di un brand on line, quindi dalla creazione del messaggio attorno ad un prodotto o servizio fino alla definizione delle strategie sulle piattaforme digitali».

Alessio Pisa, Instilla: «Non basta un ecommerce per vendere online»

Se è indubbio che un trend del 2020 è stato l’avvicinamento al digitale da parte del tessuto industriale Italiano rappresentato dalle PMI, che hanno sentito l'esigenza di avviare dei progetti digitali che fossero indipendenti dai canali fisici o retailer, d’altro canto l’aumentata competitività in questo ambito ha reso evidente l’importanza di un approccio strategico e strutturato all’attività online, che non si può improvvisare.

«Non basta un ecommerce per vendere online - chiarisce il Ceo di Instilla -, soprattutto in un ecosistema che giorno dopo giorno aumenta di densità con crescenti canali da gestire, dai social ai marketplace passando tramite la raccolta e la gestione dei dati, materia sempre più controversa e delicata. È quindi fondamentale avere una gestione olistica che unisca tutti questi elementi e ne regoli le diverse attività».

Il digitale già da diversi anni è al centro della nostra quotidianità, «ma mai come ora - avverte Pisa - brand e aziende sono stati messi a nudo di fronte alla necessità di essere digitalmente presenti. Il conversion marketing diventa quindi necessario per tutte quelle realtà che devono unire alla fisicità dei propri store e delle proprie linee di business più tradizionali anche una "fisicità" digitale, andando ad intercettare tutti quei nuovi consumatori o potenziali tali che, alla luce soprattutto del periodo che ci troviamo ad affrontare, hanno dovuto cercare nei canali digitali la soluzione ai loro problemi».

Un team in crescita

Sono già 43 i professionisti che ogni giorno affiancano con passione le aziende clienti di Instilla nel loro percorso di digitalizzazione del business: 10 di essi assunti nel corso del 2020, mentre sono state già 3 le assunzioni effettuate nel primo mese del 2021.

«Si è appena concluso un anno particolarmente significativo per il nostro percorso di crescita», aggiunge Pisa. «Abbiamo raggiunto risultati straordinari, registrando una crescita pari a oltre il 36% . La pandemia, che per molte attività si è dimostrata fortemente penalizzante, ci ha dato modo di raccogliere e vincere nuove sfide, incrementando ulteriormente non solo il fatturato ma, cosa ancora più importante per noi, il numero dei nostri professionisti e imparando a “camminare sulle nostre gambe”. Dalla fine del 2020 Instilla è interamente controllata dal management e pronta ad affrontare tutte le sfide del futuro: abbiamo già conquistato la fiducia di tanti clienti che possono contare su un team affiatato, dinamico e di grandissimo talento. È proprio per questo motivo che abbiamo ritenuto opportuno, se non doveroso, avviare un piano di partnership innovativo dedicato a tutti coloro che partecipano attivamente allo sviluppo di Instilla».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI