• Programmatic
  • Engage conference

di Alessandra La Rosa

Mediamond inaugura 18 totem digitali nell’area di Porta Nuova a Milano, in partnership con Coima

I nuovi impianti verticali da 75 pollici ampliano di un ulteriore formato l’offerta pubblicitaria della concessionaria

Uno dei nuovi totem di Mediamond

Uno dei nuovi totem di Mediamond

Mediamond conferma la propria attenzione al mondo del Digital Out of Home (DOOH), inaugurando nuovi totem digitali a Milano.

Grazie alla partnership in essere con Coima, impegnata nel costante progetto di rigenerazione urbana e digitalizzazione degli spazi fisici, la concessionaria “accende” 18 nuovi totem digitali nella zona di Porta Nuova e della Biblioteca degli Alberi (BAM).

I nuovi impianti verticali da 75 pollici - di cui 14 bifacciali e 4 monofacciali per un totale di 32 facce espositive - sono distribuiti in tutti i punti di accesso della zona e ampliano di un ulteriore formato la domination pubblicitaria di Mediamond.


Leggi anche: MEDIAMOND ACQUISISCE LA MAGGIORANZA DI VIDEOWALL E AMPLIA IL SUO BUSINESS DOOH


“I 18 totem digitali rappresentano una possibilità aggiuntiva per i brand che vogliono presidiare la location più iconica della città e contestualizzare la propria comunicazione sfruttando gli eventi e le iniziative previsti durante tutto l’anno nel district”, spiega la concessionaria in una nota. Grazie al nuovo circuito di impianti, le aziende potranno assicurarsi visibilità in una delle aree urbane di maggiore passaggio e raggiungere target particolarmente ambiti, come le fasce di audience giovani, digitali e sempre in movimento, beneficiando dei vantaggi di una comunicazione impattante e coinvolgente. “La posizione strategica e l’elevata concentrazione del circuito hanno già portato brand dei settori grande distribuzione, tech, moda, automotive e farmaceutico a cogliere la nuova opportunità di pianificazione”, si legge nella nota.

“Siamo molto felici di poter aggiungere questo nuovo asset digitale in uno dei district più iconici della città di Milano - commenta Davide Mondo, Amministratore Delegato Mediamond e VideoWall –. Questi nuovissimi impianti d’arredo urbano si integrano perfettamente con gli spazi digital grande formato già presenti nell’area, permettendo agli advertiser di costruire campagne sempre più rotonde, che potranno far leva contemporaneamente sull’impatto dei grandi formati e sulla frequenza dei Totem”.

Gli schermi digitali dell’intero circuito possono ospitare creatività standard, statiche e video, e sono disponibili sia attraverso la vendita tradizionale che in modalità programmatic.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI