• Programmatic
  • Engage conference

30/07/2021
di Andrea Salvadori

Rcs MediaGroup, primo semestre con risultati in forte crescita. Pubblicità online a +40% in Italia

rcs.jpg

Rcs MediaGroup chiude il primo semestre con ricavi consolidati pari a 421,8 milioni, in crescita del 32%, e con un risultato netto pari a 38,7 milioni contro il rosso di 12 milioni dell’anno precedente. Aumenta il peso del digital con ricavi pari a 93,7 milioni, circa il 22,2% del totale. 

L’Ebitda è stato pari a 67,8 milioni contro i 7,1 milioni del 2020, l’Ebit ha raggiunto i 43,8 milioni (-16,8 milioni nel 2020) e un risultato netto di 38,7 milioni (-12 milioni nel 2020). Il gruppo editoriale guidato da Urbano Cairo ha così continuato a generare flussi di cassa positivi riducendo il proprio indebitamento finanziario netto di 3,7 milioni, dopo aver distribuito dividendi per 15,6 milioni, a 55,9 milioni di euro.

Alla crescita del fatturato ha contribuito in maniera significativa l’incremento dei ricavi pubblicitari e la realizzazione nel semestre degli eventi sportivi che nel pari periodo 2020 non si erano potuti disputare ed erano stati posticipati alla seconda parte dell’anno.

I ricavi pubblicitari del primo semestre 2021 ammontano a 164,1 milioni, +35,6% rispetto ai 121 milioni del primo semestre del 2020. La raccolta complessiva sui mezzi online si attesta, nel primo semestre 2021, a 68,8 milioni, raggiungendo circa il 42% del totale dei ricavi pubblicitari. La pubblicità online sui mezzi di Rcs nel semestre cresce del 40% in Italia e del 48% in Spagna rispetto al primo semestre 2020.

I ricavi editoriali e diffusionali sono pari a 180,2 milioni (+9,9%) ed accolgono, a partire dall’esercizio 2021, i ricavi riferiti alla distribuzione di prodotti di editori terzi, a seguito del consolidamento integrale del gruppo m-dis (14,4 milioni nel primo semestre 2021). A fine giugno la customer base totale attiva per il Corriere della Sera (digital edition, membership e m-site) ha raggiunto 336 mila abbonamenti. 


Leggi anche: SI RAFFORZA LA COLLABORAZIONE TRA NUCLEUS E IL GRUPPO RCS PER LE ATTIVITÀ SEO


Guardando alla fine dell’anno, spiega Rcs, “in assenza di un inasprimento delle misure per il contenimento del contagio, prolungamento della loro durata, o significativo ritorno delle regioni nelle più alte fasce di rischio, il Gruppo ritiene che sia possibile confermare l’obiettivo di conseguire nell’anno 2021 margini (Ebitda) in crescita rispetto a quelli realizzati nel 2020 ed una conseguente ulteriore significativa riduzione dell’indebitamento finanziario”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI