• Programmatic
  • Engage conference

31/07/2020
di Lorenzo Mosciatti

Rcs chiude il semestre con ricavi in forte calo. Nel bimestre luglio-agosto pubblicità a +8%

Il gruppo editoriale guidato da Urbano Cairo intravede la ripresa, dopo i primi difficili sei mesi segnati dalla pandemia. A trainare la ripartenza è l'advertising online

rcs.jpg

Rcs MediaGroup chiude i primo semestre in perdita e con ricavi in forte calo, ma segnala per il bimestre luglio-agosto una crescita della raccolta pubblicitaria in Italia dell'8% grazie al traino del digitale. 

Il gruppo editoriale che fa capo a Urbano Cairo ha registrato una perdita netta di 12 milioni, contro l'utile netto di 38,4 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.

I ricavi consolidati sono stati pari a 319,5 milioni contro i 475,5 milioni del primo semestre 2019, una significativa diminuzione su cui ha impattato la diffusione dell'emergenza Coronavirus. I ricavi editoriali sono stai pari a 164 milioni (199,8 milioni nel primo semestre del 2019), quelli pubblicitari pari a 121 milioni (197,9 milioni).  I ricavi diversi ammontano a 34,5 milioni (77,8 milioni).

Aumenta l'incidenza del digitale sui conti dell'editrice de Il Corriere della Sera e de La Gazzetta dello Sport. Nel semestre i ricavi digitali rappresentano circa il 21,8% del totale, mentre i mezzi online raccolgono il 41,4% della pubblicità del gruppo.

In diminuzione l'indebitamento finanziario netto a quota 109,5 milioni, -22,3 milioni rispetto al risultato di fine 2019, mentre l'Ebitda è positivo e pari a 7,1 milioni, impattato da oneri non ricorrenti netti per 4,2 milioni. Per il secondo semestre l'obiettivo è "conseguire livelli di margini (Ebitda) quantomeno in linea con quelli realizzati nello stesso periodo del 2019".

In Italia la raccolta pubblicitaria di RCS, già in ripresa a partire da giugno, nel bimestre luglio-agosto è prevista in crescita di oltre l’8% rispetto allo stesso periodo del 2019, trainata dall’online. La ripresa a giugno è partita infatti proprio dall'advertising online, in aumento dell'8% rispetto allo stesso mese del 2019. I mezzi di RCS hanno potuto contare, sia sotto il profilio delle audience sia dell'appeal commerciale, della ripresa dei campionati di calcio e degli altri eventi sportivi posticipati nei mesi scorsi a causa del lockdown.  

Tornando al semestre, i ricavi pubblicitari sono stati pari a 121 milioni, contro i 197,9 milioni del primo semestre 2019, "con una flessione originata essenzialmente dagli effetti sul mercato pubblicitario determinati dall’emergenza sanitaria e dal differimento di alcuni eventi, sportivi e non", si legge nella nota di bilancio. "La flessione dei ricavi pubblicitari dell’area Eventi Sportivi è pari a 23,4 milioni, che si prevede possano essere per la maggior parte recuperati nel secondo semestre". 

La raccolta pubblicitaria complessiva sui mezzi online si attesta nei primi sei mesi 2020 a 50,1 milioni, raggiungendo una incidenza del 41,4% (31,2% nel primo semestre 2019) sul totale ricavi pubblicitari netti. In particolare in Spagna la raccolta pubblicitaria complessiva sui mezzi online ha raggiunto un peso pari al 57% circa del totale dei ricavi pubblicitari netti dell’area (50,5% al 30 giugno 2019).

Urbano Cairo

Urbano Cairo

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI