• Programmatic
  • Engage conference

10/09/2021
di Caterina Varpi

Nasce Netflix Italia: la piattaforma pagherà le tasse all'erario italiano

Allo stato attuale, i ricavi generati nel Bel Paese dalla piattaforma di streaming vengono fatturati da Netflix International BV, con sede in Olanda

netflix.jpg

Nasce Netflix Italia. Come riportato da Il Sole24Ore, il colosso dello streaming avrà, dall'inizio del 2022, una sede nel nostro Paese, come ha già fatto in Francia, Spagna e Regno Unito, dove ha avuto contestazioni dalle autorità fiscali per il mancato versamento delle tasse nel luogo in cui la società ha un profitto. 

La società, che a inizio 2021 ha confermato il suo impegno a raddoppiare la produzione di serie originali italiane entro il prossimo anno, manifesterebbe con questa mossa la volontà di aderire ai principi di fiscalità internazionale rinegoziati in sede G20 e Ocse per favorire la tassazione delle multinazionali del digital anche nei Paesi di distribuzione di beni e servizi, spiega ancora Il Sole24Ore.

Inoltre, la decisione potrebbe essere dettata dal fatto che da diversi anni l’azienda è in trattative con Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate che sostengono che Netflix possieda una stabile organizzazione in Italia senza versare le tasse sugli utili provenienti dagli abbonamenti. 


Leggi anche: NETFLIX, L’APERTURA A ROMA ATTESA NEL SECONDO SEMESTRE


Allo stato attuale, i ricavi generati nel Bel Paese dalla piattaforma di streaming vengono fatturati da Netflix International BV, società di diritto olandese. L’Olanda offre, infatti, un regime fiscale agevolato alle multinazionali che insediano la sede legale europea entro i suoi confini. Sui ricavi generati nello Stivale, Netflix paga pochissime tasse all'erario: la company opera nei nostri confini tramite due società italiane, Los Gatos Services Italia e la Los Gatos Entertainment Italy, che, in totale, pagano imposte per circa mezzo milione di euro in totale.

Dal prossimo anno, Los Gatos Services Italia diventerà Netflix Italia e fatturerà tutti i ricavi provenienti da utenti italiani, versando l’IVA e le imposte sui redditi dei dipendenti. 

Che cosa cambierà per gli utenti? Dal punto di vista della fruizione dei contenuti non ci saranno stravolgimenti: le persone potranno continuare a usufruire del servizio come prima. Si dovrà aspettare il prossimo anno per sapere se ci sarà un cambiamento per quanto riguarda i prezzi, dal momento che Netflix comincerà a pagare le tasse in Italia. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI