• Programmatic
  • Engage conference

10/02/2021
di Cosimo Vestito

Il Parlamento Europeo al lavoro per obbligare Google e Facebook a pagare i giornali

Una frangia trasversale di deputati mira a riequilibrare ulteriormente i rapporti tra gli editori e le piattaforme digitali che aggregano e condividono i loro contenuti

parlamento ue.jpg

Un gruppo trasversale di eurodeputati è al lavoro per obbligare le grande piattaforme digitali a remunerare gli editori per la riproduzione e la condivisione dei loro contenuti online.

Si tratta di un progetto di riforma mirato a emendare in senso restrittivo due nuove norme su cui l'Europarlamento è attualmente al lavoro, ovvero la Legge sui servizi digitali e la Legge sui mercati digitali. La notizia è stata data dal Financial Times, secondo cui l'iniziativa si ispira al News Media Bargaining Code, disegno di legge in via di approvazione in Australia che obbligherebbe operatori come Google e Facebook a pagare le testate di informazione per la visualizzazione e la condivisione dei contenuti di loro proprietà.


Leggi anche: GOOGLE INVESTIRÀ 1 MILIARDO DI DOLLARI PER REALIZZARE UN PRODOTTO DI NEWS INSIEME AGLI EDITORI


Diversi parlamentari europei ritengono infatti che la Direttiva sul copyright approvata nel 2019, che consente in via facoltativa agli editori di negoziare accordi con le compagnie, sia debole e ancora troppo sbilanciata a favore delle società tecnologiche. Oltre desiderare compensazioni maggiori per i produttori di contenuti, con i loro emendamenti i deputati chiedono che sia sancito il diritto degli editori a essere informati sul funzionamento degli algoritmi delle piattaforme.

La Francia è stato il primo Paese europeo ad essersi mosso sul fronte della tutela del copyright delle aziende giornalistiche. È lì infatti che Google ha annunciato una serie di accordi, prima con quotidiani come Le Monde e Le Figaro, poi con l’Alleanza della stampa d’informazione generalista francese, per riconoscere agli editori un compenso per l'utilizzo dei loro articoli.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI