• Programmatic
  • Engage conference

13/05/2021
di Teresa Nappi

Il cinema riaccende i proiettori. Poli (FCP Associnema): “Prevista per fine maggio la ripresa a regime”

Il presidente della Federazione descrive lo scenario che si prospetta per il settore a 15 giorni dalle riaperture delle sale: “Si ipotizzano presenze in linea con le scorse stagioni già dal back to school”

Fabio Poli, presidente di FCP Associnema

Fabio Poli, presidente di FCP Associnema

Dal 26 aprile le sale cinematografiche hanno riaperto e ora si guarda con ottimismo alla ripresa.

Ottenuto il via libera dopo un anno e più di chiusura, il settore rialza la testa ma non senza altri sforzi. Si è dovuto mettere in moto un meccanismo per portare, da una parte, le sale ad aprire fisicamente e, dall’altra, la distribuzione a programmare i film: «Come è facile comprendere si tratta di un’operazione articolata, in quanto i film, che rappresentano un importante investimento economico, vanno promossi e fatti conoscere al pubblico mentre le sale per poter operare con profitto devono comunicare al proprio bacino di utenza la riapertura e attrarlo con la programmazione, le due fasi sono strettamente correlate», dichiara Fabio Poli, presidente FCP Associnema (la Federazione Concessionarie Pubblicità Cinema rappresentante delle 3 concessionarie DCA, MovieMedia e Rai Pubblicità) a 15 giorni dalla ripartenza.

«Questa premessa serve per argomentare come la data su cui tutti concordiamo come quella effettiva per la ripresa a regime dell’esercizio sia fine maggio, quando potremo contare su numeriche di sale pre-pandemia e un’abbondanza di titoli inusuale per il periodo estivo», commenta ancora Poli.

La scorsa settimana, alle Giornate Professionali del Cinema, si sono tenute le presentazioni delle distribuzioni cinematografiche. «Ebbene, abbiamo di fronte la più ricca estate cinematografica di sempre. Molte produzioni previste per i mesi scorsi hanno atteso la riapertura delle sale per proporsi al grande pubblico. Un affollamento di proposte che copre ogni genere, con titoli adatti a ogni fruizione, sia per la sala tradizionale, che per l’open air», diche ancora il presidente della Federazione Concessionarie di Pubblicità.

Poli annuncia poi un’importante campagna nazionale in partenza. «Per i primi giorni di giugno sono previste campagne nazionali coordinate dal Mibac, distribuzione cinematografica ed esercizio, a favore della visione dei film in sala, con l’obiettivo di dare la massima notorietà all’offerta e alla sicurezza delle strutture».

Le previsioni per il settore cinema

Infine, in merito a possibili previsioni, il presidente di FCP Associnema, Fabio Poli, conclude: «Ritengo che si possano ipotizzare presenze in linea con le scorse stagioni già dal back to school e grazie all’impegno dell’intera filiera e alla buona predisposizione del pubblico è verosimile che già da fine maggio l’intero comparto sarà pienamente operativo».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI