• Programmatic
  • Engage conference
  • Engage Play
20/01/2022
di Caterina Varpi

Focus Next 30, i brand al centro del racconto. Intervista a Pamela Carati

La Brand Manager Entertainment di Mondadori Media ci illustra le iniziative per celebrare i trent’anni di Focus. E sul futuro della testata dice: «Vogliamo essere il punto di riferimento su ambiente e sostenibilità»

Focus, il media brand di divulgazione scientifica più famoso in Italia, compie 30 anni. Per l’occasione abbiamo incontrato, al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci di Milano, Pamela Carati, Brand Manager Entertainment di Mondadori Media, per parlare del compleanno di Focus e di Focus Next 30, brand sotto cui sono racchiuse le iniziative progettate dall’editore per celebrare la ricorrenza, ricche di opportunità anche per i brand partner.


Leggi anche: FOCUS FESTEGGIA I 30 ANNI CON IL PROGETTO "FOCUS NEXT 30" PER COMPRENDERE IL MONDO DI DOMANI


Focus, nato nel 1992 come un magazine, negli anni non ha perso la propria identità fortemente ancorata alla divulgazione scientifica trattata con linguaggio “accessibile”, pur allargandosi a tutte le nuove forme di comunicazione digitale. «L’obiettivo è sempre quello di incuriosire e appassionare gli utenti sotto il cappello della scienza - conferma Pamela Carati a Engage -. Il tipo di racconto che nasceva su un mezzo cartaceo oggi si è evoluto verso tutte quelle forme di comunicazione che in questi anni ci hanno abbracciato, dal sito ai vari social, e dal 2021 anche attraverso il canale dei podcast, che è diventato nostro un fiore all’occhiello, senza dimenticare l’esperienza dal vivo con l’evento Focus Live».

Per festeggiare il trentennale, Focus sarà rappresentato per tutto l’anno dal brand Focus Next 30, iniziativa che vivrà su tutti i touchpoint del brand e accompagnerà lettori e utenti alla scoperta dei grandi temi della scienza, della tecnologia e dell’ambiente. «L’obettivo - spiega la manager - è parlare ancora di più di scienza, analizzando le scoperte che ci hanno portato fino ad oggi e preparandoci a dove la scienza potrà portarci nei prossimi 30 anni. Saranno tanti i temi trattati, dalle energie rinnovabili alla sostenibilità, dalla medicina del futuro alla domotica, per arrivare a mobilità, food, cybersecurity e molto altro».

E le aziende? «Saranno una parte integrante del racconto, del resto senza le aziende la ricerca non ci può essere», spiega Pamela Carati. Tante quindi le opportunità per i brand, che troveranno spazio «attraverso interviste e approfondimenti sul magazine, ma anche attraverso i video e l’audio, talk e eventi digitali, per arrivare poi alla grande conclusione di Focus Live, che quest’anno arriva alla quinta edizione in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia» a Milano.

E per Focus, qual è il traguardo per i prossimi 30 anni? «La nostra evoluzione ci ha portato a raggiungere traguardi di successo, e non intendiamo fermarci - dice Pamela Carati -. L’obiettivo è diventare il punto di riferimento nel racconto dell’ambiente e sostenibilità, e farlo verso il pubblico più ampio possibile».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI