• Programmatic
  • Engage conference

06/04/2021
di Lorenzo Mosciatti

Danilo Bove è il nuovo Digital Content Director di RDS

Monica Gallerini è stata invece nominata Direttore Generale della concessionaria pubblicitaria interna

Danilo Bove è il nuovo Digital Content Director di RDS

Danilo Bove è il nuovo Digital Content Director di RDS

Nuove nomine in casa Rds 100% Grandi Successi

Danilo Bove è stato nominato Digital Content Director. Al termine degli studi universitari, Bove è entrato in Magnolia, oggi Banijay Italia, dove ha sviluppato le proprie competenze nella filiera produttiva e nel dipartimento Business Affairs, ruoli che gli hanno dato l’opportunità di lavorare in prestigiose produzioni come X Factor Italia, L’Isola dei Famosi, Pechino Express e MasterChef Italia. Qui fonda il primo dipartimento digital per una casa di produzione italiana dedicato allo storytelling. Nel 2014 diventa Head of digital and social  media e nel 2017 assume la carica di Head of Digital and Brand Solutions, con la responsabilità di gestire e coordinare la unit specializzata nello sfruttamento commerciale dei programmi televisivi e nella realizzazione di progetti di comunicazione integrati basati su product placement, branded content e comunicazione digitale. 

Monica Gallerini è stata quindi nominata Direttore Generale della concessionaria pubblicitaria interna, lasciando così la carica di Direttore Commerciale.

Monica Gallerini

Monica Gallerini

In Rds dal 2014, Gallerini avrà ora il compito di valorizzare le properties di Rds e di editori terzi, come ad esempio il circuito 100% Special Radio. Sempre a lei è stato affidato il potenziamento dello sviluppo commerciale in ottica business to vonsumer. 

Massimiliano Montefusco, General Manager di RDS 100% Grandi Successi, ha commentato: “Le nomine annunciate oggi confermano la visione a lungo termine dell’azienda, costantemente proiettata al futuro, con l’obiettivo di riuscire a leggere in anticipo le nuove tendenze del mercato e le esigenze di ascoltatori e partner. Nei prossimi anni dovremo essere molto abili nel continuare a lavorare in questa direzione, per cogliere le opportunità legate ai nuovi canali incrementali e alle nuove forme di linguaggi relative ai diversi stili di vita delle nuove generazioni”. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI