• Programmatic
  • Engage conference

23/03/2020

BFC, fatturato e utili in crescita nell'esercizio 2019

L'editrice guidata da Denis Masetti ha raccolto il 58% del fatturato dalla pubblicità sui magazine, il 15% dalla componente digital, il 20% da eventi e formazione e il 7% dal nascente settore video

volume-daffari.jpg

Blue Financial Communication chiude il 2019 con un fatturato di 7,84 milioni di euro, in crescita del 43,2% rispetto al 2018, e con un utile netto consolidato di 186.761 euro, in aumento rispetto ai 45.237 euro del precedente esercizio. Il margine operativo lordo (Ebitda) consolidato è pari a 923.128 euro, +28,8% rispetto a 716.982 euro del 2018, corrispondente a un Ebitda margin dell'11,8%. Il patrimonio netto consolidato è pari a 2,081 milioni di euro, mentre la posizione finanziaria netta consolidata è negativa per 912.861 euro. Relativamente ai risultati della capogruppo Blue Financial Communication spa, i ricavi si attestano a 6,44 milioni di euro, in forte crescita rispetto ai 4,629 milioni del 2018 (+39%), mentre l’Ebitda è passato da 511.923 euro a 896.505 euro registrando un incremento del 75%. L’utile netto è stato di 263.075 euro contro i 35.680 dell’anno 2018. Il patrimonio netto risulta pari a 2,086 milioni di euro mentre la posizione finanziaria netta è pari a 1,04 milioni di euro a fronte di disponibilità liquide per circa 0,5 milioni di euro e debiti finanziari per circa 1,5 milioni di euro. Il consiglio di amministrazione di Blue Financial Communication ha proposto di riportare a riserve l’utile realizzato dalla capogruppo. volume-d'affari Il fatturato è diversificato e originato da oltre 400 clienti attivi così distribuiti: per il 58% da pubblicità sui magazine, per il 15% dalla componente digital, per il 20% da eventi e formazione e per il restante 7% dal nascente settore video. 

I primi progetti del 2020

Nel corso dei primi mesi del 2020 per far fronte alle nuove iniziative in cantiere BFC Media ha acquisito e ristrutturato nuovi uffici in Via Melchiorre Gioia 55/b, dove sono state trasferite le attività amministrative e commerciali del gruppo. Inoltre, in data 10 marzo 2020, BFC Media ha presentato la sua domanda di partecipazione al bando di gara indetta dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, per il “Servizio di raccolta, elaborazione e diffusione del segnale televisivo originato dalle riprese delle corse negli ippodromi italiani e stranieri e servizi annessi” del valore complessivo a base d’asta pari a 54,99 milioni di euro Iva esclusa.

L'impatto del Coronavirus

Come noto, la diffusione del Coronavirus ha generato varie problematiche, in particolare per quanto riguarda la realizzazione di eventi e, tenendo conto che una parte delle attività di BFC Media si fonda sull’organizzazione di convegni e conferenze che basano una gran parte del loro successo sulla presenza fisica di partecipanti, tali eventi dovranno essere posticipati nella seconda parte dell’anno 2020. In questa fase, non è possibile stimarne puntualmente gli effetti, ma lo sarà solo nella prossima semestrale. BFC Media, nel rispetto della normativa imposta dal governo italiano, ha adeguato la sua struttura organizzativa privilegiando il cosiddetto smart working. Al momento, tutte le funzioni operative sono attive con esclusione degli eventi.

L'assemblea dei soci

In data odierna il consiglio di amministrazione ha deliberato di convocare l’assemblea ordinaria degli azionisti per il 22 aprile 2020 alle ore 11.00 presso la sede sociale, occorrendo, in seconda convocazione per il giorno 23 aprile 2020, stessi ora e luogo.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI