• Programmatic
  • Engage conference

16/11/2018
di Andrea Salvadori

Conad, la spesa pubblicitaria crescerà nel 2019

Lo ha detto Francesco Pugliese, amministratore delegato dell'insegna, a margine del 7° Forum WPP-Ambrosetti

Francesco-Pugliese-ad-conad.jpg

«Un cambiamento nella continuità». Così Francesco Pugliese, amministratore delegato di Conad, definisce la recente decisione dell'azienda di affidare la gestione di tutto il suo budget di comunicazione a Wpp Italia. «E' giunto il momento di mettere tutto a fattore comune, anche perché il coordinamento del lavoro di agenzie diverse è diventato faticoso. Lavorare solo con Wpp ci permetterà invece di operare in modo più sinergico nell'ambito della comunicazione», ha spiegato Pugliese a margine del 7° Forum WPP-Ambrosetti. Dopo 14 anni si interrompe così il rapporto con Aldo Biasi Comunicazione, l'agenzia che ha realizzato le campagne pubblicitarie dell'insegna, ma non con Aldo Biasi, che continuerà infatti ad occuparsi del cliente in qualità di consulente di Wpp Italia. Nonostante uno scenario economico preoccupante, «con i consumi che stagnano, il Pil che non cresce e lo spettro della recessione», Conad, ha concluso Pugliese, «continua ad investire e ad aumentare il suo budget pubblicitario, in linea con quanto deciso un anno fa». Nel 2018 la società ha speso per l'acquisto degli spazi pubblicitari circa 38 milioni di euro, di cui il 15% riservato al digitale. MediaClub, il centro media di Wpp che si occuperà del cliente, si troverà dunque a gestire una cifra più alta di alcuni punti percentuali considerando che quest'anno l'incremento è stato del 3%.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI