• Programmatic
  • Engage conference

di Andrea Di Domenico

Philips chiude la gara e sceglie Omnicom per media, creatività e PR nel mondo

Il pitch da 300 milioni di dollari della multinazionale si chiude con la vittoria del team della holding pubblicitaria statunitense di cui fanno parte TBWA, OMD, FleishmanHillard e Ketchum

philips_327345_411131.jpeg

Si chiude con la vittoria di Omnicom Group la gara pubblicitaria globale indetta all’inizio dell’anno da Philips.

La holding statunitense ha quindi superato IPG e Havas nella fase finale del pitch e diventa il partner di riferimento della multinazionale per le attività in ambito media, creatività e pr in tutto il mondo, aggiudicandosi un amministrato che è stato valutato nell’ordine dei 300 milioni di dollari.

Philips potrà dunque contare sul team di Omnicom di cui fanno parte l'agenzia TBWA per la creatività, OMD per il media, e FleishmanHillard Ketchum per la comunicazione, nonché sull'esperienza dei professionisti di InterbrandCritical Mass Omnicom Precision Marketing Group (OPMG). FleishmanHillard e Ketchum lavorano per Philips già da diversi anni. 

Alla gara hanno preso parte nelle fasi preliminari anche Dentsu, che si occupava del media di Philips in diversi mercati, tra cui l'Italia, e Wpp, che dal 2011 gestiva le campagne pubblicitarie della multinazionale con l'agenzia creativa Ogilvy.

Wpp era stata scelta nel 2020, a seguito di un'altra gara, per il media digitale e il performance marketing a livello globale, ma anche questi business, ha confermato l'azienda a Engage, passeranno ad Omnicom.

In Italia la spesa pubblicitaria di Philips si è aggirata negli ultimi anni intorno ai 5 milioni di euro su base annuale.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI