• Programmatic
  • Engage conference

07/10/2020
di Caterina Varpi

Uniting chiude il 2019 con un fatturato di 11,5 milioni e punta a crescere anche per linee esterne

Il gruppo che unisce ALL Communication, KIWI e FLU ha visto l'ingresso di nuovi clienti grazie al suo innovativo metodo di lavoro

Alessandro Talenti

Alessandro Talenti

Uniting Group, gruppo indipendente che unisce le agenzie ALL Communication, KIWI e FLU, raggiunge e supera i suoi obiettivi di business del 2019 chiudendo l'anno con un fatturato di 11,5 milioni di euro.

Numeri che arrivano grazie alla capacità da parte del Gruppo di rispondere in maniera proattiva agli scenari generati dalla pandemia e al modello di lavoro Unity, che ha portato a campagne di successo e all'ingresso di nuovi clienti. Sono diverse anche le idee per il futuro, per cui si punta a una crescita sia per linee interne sia per linee esterne.

Giancarlo Sampietro, Chief Strategy Officer, e Alessandro Talenti, Chief Executive Officer di Uniting Group hanno raccontato a Engage i punti di forza del loro workflow operativo e i progetti per il prossimo periodo.

Multidisciplinarietà e capacità di lavorare in modo integrato: il modello Unity

Giancarlo Sampietro

Giancarlo Sampietro

Uniting è nata lo scorso anno da un percorso di quasi dieci anni iniziato con ALL Communication, a cui si sono aggiunte KIWI, in qualità di agenzia creativa digitale, e FLU per l'influencer marketing.

«Il nome Uniting – spiega Sampietro - vuole significare innanzitutto mettere insieme le persone per uno scopo e una visione comuni ed è quello che abbiamo fatto con le nostre tre sigle. Ma vuole esprimere anche qualcosa in evoluzione in grado di interpretare i continui mutamenti del mercato. Tra questi, ad esempio, l'evoluzione dei brief, sempre più complessi e integrati. I clienti, inoltre, hanno bisogno di multidisciplinarietà. E' per questo che crediamo sia fondamentale diventare un partner strategico in grado di offrire soluzioni capaci di rispondere ai vari obiettivi di business dei brand. Questo diventa importante soprattutto ora durante il perdurare di questo periodo d'incertezza legato al Covid-19 e continueremo a farlo organizzando squadre verticali per supportare i nostri clienti in questa situazione, analizzando lo scenario per arrivare a soluzioni concrete. E' grazie a questo approccio che Uniting chiuderà quest'anno con numeri positivi».

Il modello adottato dall'agenzia, Unity, nome preso dal gergo militare, è anche un sistema organizzativo che consente al gruppo di realizzare progetti integrati: «Questo modello ci permette di far lavorare le nostre unit come agenzie indipendenti ognuna con clienti diversi, identificando, a seconda delle esigenze, team trasversali che mettono in campo una visione unica e molteplici competenze».

Propensione all’innovazione, continuo sviluppo e implementazione della divisione digitale, multidisciplinarietà e capacità di lavorare in modo sempre più integrato hanno permesso al gruppo di dare vita, anche durante il periodo del lockdown, a progetti e attività di successo per brand nazionali e internazionali.

Lo spirito di squadra che da sempre contraddistingue Uniting Group si è esteso anche oltre i confini aziendali: il gruppo riconosce come aspetti fondamentali la condivisione e il confronto, e il ciclo di webinar gratuiti Changing ha seguito questa linea di pensiero. Gli incontri, che hanno visto la partecipazione e le testimonianze di esperti del settore, aziende italiane e brand mondiali, hanno rappresentato un aiuto per comprendere il processo di trasformazione in atto e per fornire un supporto per tracciare nuove strategie e soluzioni per gestire l'impatto del cambiamento sul business.

Pringles, Jocca e Philadelphia tra i nuovi clienti

Alessandro Talenti commenta così i numeri segnati da Uniting: «Con i dieci anni di ALL, nel 201 ci eravamo posti l'obiettivo di sorpassare i 10 milioni di fatturato, obiettivo che è stato ampiamento superato arrivando a 11,5 milioni di euro. All Communication è cresciuta del 5%, KIWI del 40% mentre il primo anno di attività di FLU è stato segnato da ottimi risultati. C'è stata una forte crescita della parte digitale, su cui abbiamo investito molto in questi anni. E' un risultato che ci riempie di orgoglio. Nonostante il Covid-19, anche per il 2020 crediamo che il digitale possa ancora continuare a crescere trainando il gruppo verso nuovi orizzonti».


Leggi anche: NASCE UNITING, UN NUOVO GRUPPO INDIPENDENTE DI AGENZIE. «FATTURATO 2019 A 11 MILIONI DI EURO»


I numeri annunciati sono arrivati grazie al rinnovo della collaborazione con clienti consolidati ma anche grazie al new business: «Uniting ha sempre vantato un alto tasso di fidelizzazione dei clienti. Recentemente, poi, sono entrati nel nostro portfolio brand come Pringles del gruppo Kellogg's, Jocca e Philadelphia di Mondelez, Amazon, GiGroup, Luxottica e Durex. Inoltre, clienti fidelizzati da tempo sull'on field hanno chiesto la nostra consulenza per attività digital».


Leggi anche: PRINGLES CON I THE JACKAL PER LA CAMPAGNA “CHE TUBO FACCIAMO?”. FIRMA UNITING, SCELTA DOPO GARA


 

Il futuro di Uniting: nuove linee di sviluppo e crescita per linee esterne

Per quanto riguarda il futuro, Uniting punta a crescere sia per linee interne sia per linee esterne: «Abbiamo sempre lavorato per crescere per linee interne e continueremo a farlo: siamo ad esempio al lavoro su aree di sviluppo potenzialmente interessanti come il branded content. Vogliamo, però, crescere anche attraverso l'acquisizione di realtà che vorranno sposare il nostro modello. Guardiamo soprattutto a business ad alta crescita, come la tecnologia o i dati, ma anche ad agenzie che possano completare la nostra offerta», spiega Sampietro.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI