• Programmatic
  • Engage conference

30/03/2021
di Alessandra La Rosa

Beintoo lancia Kousteau.io, Customer Data Platform per i dati di location

La soluzione consente la raccolta, l'analisi e la gestione dei dati di localizzazione di prima parte

Beintoo lancia una CDP per i dati di location. In foto, il CEO della società Andrea Campana

Beintoo lancia una CDP per i dati di location. In foto, il CEO della società Andrea Campana

Facilitare la gestione e la comprensione dei dati di location, analizzando e isolando gli insight più appropriati per ogni esigenza, restituendo risposte a specifiche domande di business, e creando attivazioni per strategie di marketing data-driven. Il tutto offrendo allo stesso tempo un importante valore aggiunto che supera l’aspetto puramente operativo. Con questi obiettivi in mente, la società di adtech Beintoo, ad un anno dall’acquisizione da parte del Gruppo Mediaset, ha lanciato Kousteau.io, una Customer Data Platform proprietaria con un approccio as a service nativamente costruita per i location data.

Alla base del funzionamento della piattaforma c’è una tecnologia, alimentata dall’Intelligenza Artificiale, in grado di raccogliere e ottimizzare i dati, effettuare analisi di cohort e generare modelli che delineano le routine di comportamento e consumi passate, e prevedono quelle future.


Leggi anche: PUBLITALIA ’80 COMPRA BEINTOO E RAFFORZA L’OFFERTA DATA-DRIVEN


“Attraverso Kousteau ogni cliente avrà un silo dedicato e privato dove caricare direttamente i dati proprietari di location, tramite uno stream real time API, o raccolti attraverso l'SDK Beintoo installata sulla propria app consumer, per condurre attività di analisi e monitoring di tipo esplorativo, predittivo e di valutazione dell’impatto di specifiche azioni di advertising e marketing”, spiega Beintoo in una nota. Kousteau è già integrata con le principali piattaforme di programmatic advertising e con alcune piattaforme di marketing e CRM.

Sarà possibile, dunque, scoprire la frequenza di visita nei vari punti di interesse già presenti in piattaforma, come ad esempio i propri negozi e quelli dei competitor, e indagare più in profondità le sequenze con cui avvengono le visite, per estrarre informazioni sui pattern comportamentali che le generano.

Analizzare, ad esempio, un gruppo che dimostra di compiere un percorso ricorrente recandosi in ufficio, poi al supermercato (in determinati giorni e fasce orarie), in palestra, presso un ristorante durante la settimana, e di avere invece dei comportamenti occasionali diversi, ma ripetuti su lungo periodo, nel weekend, consentirà al cliente di prevedere le azioni future e quindi di sfruttare la possibilità di ingaggiarlo e influenzarlo in anticipo su diversi campi.


Leggi anche: BEINTOO AMPLIA L’OFFERTA CON LE NUOVE PREDICTIVE AUDIENCES


Le analisi predittive sono utili per qualificare la base clienti e creare dei cluster interni che la raccontino nel dettaglio, azione utile anche ai fini di cross-selling e up-selling. I clienti che installano l’SDK o caricano i propri dati di location, avranno accesso anche ad una sezione “Audiences” che ne mostrerà numerosità e tipologia aggregata secondo le tassonomie della DMP di Beintoo. Inoltre, la CDP permetterà di definire dei trigger per scatenare eventi in tempo reale, al fine di interagire con gli utenti nel momento migliore della loro customer journey.

“Kousteau indaga in profondità tutte le fasi del customer management e dei funnel ad essa associati, elaborando risposte che soddisfano pienamente diversi criteri di analisi - commenta Andrea Campana, CEO Beintoo -. La principale novità della nostra offerta sta nell’approccio as-a-service, che consente al cliente di concentrare i propri dati in un unico silo privato evitando così la dispersione e proteggendo la privacy dell’azienda e del consumatore, e nella capacità di traduzione dei dati di location in informazioni predittive che possano supportare i clienti in ogni step del loro business. Una soluzione che rende la metodologia data-driven estremamente scalabile, offrendo un impatto positivo anche su tempi e costi.”

In un contesto dove l’attenzione sulla privacy è sempre maggiore, inoltre, Beintoo ha deciso di inserire all’interno della piattaforma anche una sezione che offrirà ai brand la possibilità di gestire e monitorare i consensi e le privacy policy in modo semplice e intuitivo attraverso una Consent Management Platform proprietaria conforme al framework IAB.

Marilena Pellegrini

Marilena Pellegrini

“È una potenzialità enorme, per esempio, per tutti i brand che possiedono una app di servizio al cliente: attivano l’utilizzo della piattaforma in licenza e aprono nuovi scenari per i dati in loro possesso. Kousteau è già disponibile per tutti i mercati in cui operiamo e abbiamo avviato i primi test con alcuni clienti legati al mondo delle utilities. Il team Beintoo li sta supportando costantemente ed è pronto ad accoglierne moltissimi altri”, conclude Marilena Pellegrini, CRO Beintoo.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI