• Programmatic
  • Engage conference

di Teresa Nappi

AdPlay unisce le forze con Broadbandy e amplia l'offerta con l'Addressable Tv

A seguito dell’operazione, Broadbandy diventa business unit della nuova AdPlay, che sarà partecipata al 48% dai suoi attuali soci Alberto Gugliada e Marco Valenti, al 48% dagli azionisti di Broadbandy e al 4% da Lorenzo Cocco

Da sinistra: Marco Valenti e Alberto Gugliada di AdPlay, e Alberto Zilli di Connetty

Da sinistra: Marco Valenti e Alberto Gugliada di AdPlay, e Alberto Zilli di Connetty

AdPlay Media Holding, la tech company fondata da Marco Valenti e Alberto Gugliada, unisce le forze con Broadbandy - società del Gruppo Connetty - e allarga il perimetro della sua offerta anche al mondo dell’Addressable TV.

L’operazione, annunciata lunedì, prevede il conferimento in AdPlay degli asset tecnologici di Broadbandy, dando via a una media tech company “unica nello scenario italiano dell’advertising”, capace di offrire soluzioni in ambito Addressable Tv, Web, Mobile, Video e Digital Out of Home per “portare sul mercato un’offerta senza precedenti per la digitalizzazione dei media tradizionali e la pianificazione multiformato e multipiattaforma”, si legge in una nota.

Broadbandy non scompare in seguito all'operazione, ma diventa la business unit che si occupa di Addressable Tv all'interno della nuova AdPlay.

A seguito dell’operazione, la nuova AdPlay sarà partecipata al 48% dagli attuali soci Alberto Gugliada e Marco Valenti, al 48% dagli attuali soci di Broadbandy e al 4% da Lorenzo Cocco, che ha coordinato l’operazione.

Verrà inoltre costituito un nuovo CDA composto da Marco Valenti - che assumerà anche il ruolo di amministratore delegato -, Alberto Gugliada - che sarà anche presidente del gruppo -, Alberto Zilli, Carlo Farini e Lorenzo Cocco.

Chi sono Broadbandy e AdPlay

Broadbandy è una società attiva nel segmento dell’Addressable TV. Fa parte di Connetty (gruppo che ha chiuso il 2021 con un fatturato di 12 milioni di euro, in crescita del 15% rispetto all’anno precedente) ed è stata co-fondata da Carlo Farini e Marco Trentin insieme alla stessa Connetty.


Leggi anche: CONNETTY CHIUDE IL 2021 CON FATTURATO A 12 MILIONI DI EURO E PREPARA NUOVI INVESTIMENTI IN STARTUP INNOVATIVE


AdPlay è una media tech company dedicata allo sviluppo di soluzioni tecnologiche proprietarie per editori e brand che ha chiuso il 2021 con circa 11 milioni di euro di fatturato ed è stata co-fondata da Marco Valenti e Alberto Gugliada.


Leggi anche: TUTTE LE ULTIME NEWS SU ADPLAY MEDIA HOLDING


La singergia tra AdPlay e Broadbandy

La nuova offerta di AdPlay, con l'ingresso di Broadbandy, sarà composta da oltre quindici broadcaster, tra cui Sportitalia, Bike e BFC del gruppo BFC Media, SoloCalcio, AlmaTV, DonnaTV del Gruppo Sciscione, da editori locali come RTV38, Teletutto, Canale 8, Trentino TV, Alto Adige TV, Welcome IN e LaC TV e Connect TV come Motor1, Got Game e Sportoudoor.  

Al mondo dell’Addressable TV si unirà l’offerta pure digital di siti, app e formati video, su siti come il Fatto Quotidiano, Milano Finanza, Il Foglio, Editoriale Domani, Panorama, La Verità, StarBene, Sale & Pepe, oltre ad un netwotk di circa altri 120 siti.

Inoltre, AdPlay già rappresenta sul mercato italiano gli spazi Digital Out of Home in modalità data-driven su network come Grandi Stazioni, Telesia e altri ancora.

L’operazione per Broadbandy e il gruppo Connetty è stata seguita dagli avvocati Silvia Enrico e Paola Camilleri dello studio 4Legal Studio Legale, mentre per quanto riguarda AdPlay dallo studio legale Civale & Associati e dallo Studio Commercialista Andrea Zoppi. 

Il commento dei protagonisti

“A poco più di un anno dalla nascita di AdPlay Media Holding, l’unione con Broadbandy e la creazione di una tecnologia completa e cross canale, rappresenta per il gruppo un salto di qualità importante che va verso la direzione di voler fornire al mercato un prodotto tecnologico e commerciale unico e sempre più Total Video", commenta Marco Valenti, AD della nuova AdPlay. "Siamo determinati a creare nuove opportunità di business per broadcaster ed editori valorizzando la fruizione sempre più on demand di contenuti audiovisivi”.

“Con la diffusione massiva dei dispositivi mobili e delle televisioni connesse, il modo di veicolare la pubblicità sui mezzi più tradizionali è stato profondamente influenzato dai modelli digitali, un numero crescente di operatori ha manifestato la necessità di digitalizzare la propria offerta, in particolare i broadcaster sia locali che quelli nazionali indipendenti”, ha dichiarato poi Alberto Zilli, Ceo del Gruppo Connetty. “Con l’ingresso di Broadbandy in AdPlay, diamo seguito ai nostri investimenti per presidiare in modo sempre più competitivo un’area per noi particolarmente strategica e in forte espansione, aiutando inoltre broadcaster ed editori indipendenti ad avviare sinergie sugli altri mezzi a disposizione dell’offerta AdPlay”.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI