• Programmatic
  • Engage conference

01/09/2022
di Cristina Oliva

Twitch è la TV interattiva della GenZ: campione di ascolti anche in estate

mondiali-pokemon-1.jpg

Agosto di grandi traguardi sportivi sui campi di atletica, al Foro Italico e su Twitch. Se in TV i Mondiali e gli europei di Rai hanno calamitato l’attenzione degli italiani anche nelle combattute fasce preserali, sul web il boom di ascolti è arrivato con i Mondiali Pokémon

Cydonia, con oltre 500.000 follower sui social, in diretta dagli studi di Milano, ha commentato su Twitch il prestigioso evento esport Pokémon che si è svolto a Londra dal 18 al 21 agosto. Una maratona streaming di 82 ore affrontata insieme a Matteo Agostini, Andrea di Tivoli, Pietro Xella ed Emiliano Marini che ha superato le 830.000 views. 

Grazie a 280.000 spettatori unici e oltre 370.000 ore di streaming, il suo canale Twitch si è conquistato il settimo posto tra quelli italiani più visti, riporta un comunicato. Un’ulteriore conferma per le aziende che lo hanno accompagnato in questa avventura ottenendo un incremento di traffico e lead in un momento in cui altre leve di marketing erano spente: Ebay, Nintendo, NordVPN, e Red Bull.  

Oggi più che mai le persone sono costantemente connesse grazie ai dispositivi mobili e a piani tariffari convenienti, con una soglia di attenzione crescente proprio durante i momenti di relax, nei weekend o in vacanza. Investire in digital advertising durante la pausa estiva rappresenta quindi una buona mossa: prezzi più bassi, poca concorrenza e una particolare propensione degli utenti verso i social. Twitch inoltre, rispetto agli altri media, offre ai brand opportunità di comunicazione uniche grazie a format d’impatto e ad elevato engagement. 

L’elemento differenziante è rappresentato dal pubblico che, attraverso la chat, mantiene un dialogo costante con lo streamer contribuendo così in maniera attiva alla costruzione stessa del programma. È proprio questa la carta vincente di Twitch, ciò che permette di creare format che mescolano online e offline, per esempio con creator impegnati in una caccia al tesoro per le vie della città che culmina in store e il pubblico collegato da casa che ne decide azioni e spostamenti attraverso sondaggi postati in chat da una regia remota. 

Se un tempo Twitch era prettamente legato al gaming, negli ultimi anni la categoria che più si è affermata è il just chatting che vede i creator chiacchierare con i propri follower dei più svariati argomenti, dallo sport al cinema, dai libri alla cucina, dai giochi da tavolo alle serie TV. Questa varietà di argomenti, articolata in palinsesti settimanali, ha fatto sì che Twitch diventasse la TV interattiva delle nuove generazioni che ci trovano contenuti stimolanti e una community con cui condividere le loro stesse passioni.

Le opportunità per i brand su Twitch vanno dal classico product placement a dirette streaming dedicate, da sponsor di canale ad advertising a CPM attraverso popup e QR code cliccabili, fino a format creati ad hoc per le aziende.

Lo sanno bene Cydonia e la sua agenzia Arkadia che hanno curato il progetto Mondiali Pokémon con numeri che continuano a salire grazie all’amplificazione su Instagram e ai VOD delle dirette streaming caricati su YouTube. Un risultato che premia la startup che conta oltre 60 creator a portfolio e oltre 1,3 milioni di fatturato che sin da subito ha puntato sullo sviluppo di una tecnologia brevettata per la gestione e il monitoraggio delle campagne Twitch che assicura alle aziende brand safety e accesso agli insights in tempo reale. 

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI