• Programmatic
  • Engage conference

What The App - L’angolo del mobile marketing

A cura di REPLUG

“What The App - L’angolo del mobile marketing” è una rubrica a cura di REPLUG, agenzia di consulenza specializzata in attività di app marketing. Lo spazio è nato con lo scopo di aiutare marketer e brand ad accrescere la propria conoscenza sul mobile marketing, condividendo best practice e approfondimenti sul mondo del mobile advertising e della promozione delle app

25/08/2021
di REPLUG

iOS 15, preparati alla nuova era dell'App Marketing

Dall'annuncio di iOS 15 il 7 giugno 2021, c'è stata grande eccitazione tra la comunità di app marketing manager. Con questo aggiornamento, le strategie di app marketing diventeranno infatti molto più efficaci per l’App Store grazie alle nuove caratteristiche che discuteremo in questo articolo.

Immergiamoci ed esaminiamo come questo importante aggiornamento che sarà rilasciato in Autunno 2021 influenzerà le attività di acquisizione degli utenti per app mobile, sia organiche che a pagamento.

Cosa devono aspettarsi i marketers con iOS15

Le attività di acquisizione utenti ricoprono un ruolo importantissimo per la crescita di un’app mobile, e proprio per questo Apple sta cercando di portare delle nuove funzionalità che consentiranno ai marketers di affinare le tecniche di App Store Optimization e di acquisire utenti in modo sempre più efficiente.

Le due feature principali che verranno lanciare, oltre a quella agli In-app Events, sono Product Page Optimization e Custom Product Pages, e in questo articolo vedremo nel dettaglio di cosa si tratta e come potremo trarne vantaggio.

Product Page Optimization per gli utenti organici

Con il rilascio di iOS 15, grazie alla feature chiamata Product Page Optimization, gli app marketers saranno finalmente in grado di fare test sulle pagine Store per il traffico organico, in modo da capire quali sono gli elementi determinanti per convincere le persone a scaricare la propria app mobile. Questa feature dovrebbe avere un impatto positivo sui tassi di conversione.

Prima di iOS 15, infatti, c’era solo una versione dello Store Listing dove gli utenti organici venivano reindirizzati. A breve, però, avremo una versione di default alla quale potremo aggiungere ben tre varianti, dove saremo in grado di sperimentare diverse icone dell’app, screenshots e video preview. Questa nuova funzionalità allinea di fatto l’App Store Connect alla Console di Google Play, che già offriva la possibilità di fare A/B test.

Dopo che il test sarà live, sarà possibile analizzare impression, clicks, downloads, e quindi capire quale versione ha un miglior tasso di conversione, dandoci così la possibilità di aggiornare la versione di default dello Store in base ai risultati.

Custom Product Pages per le campagne di Paid User Acquisition

La seconda, grande, novità con il rilascio di iOS 15, è che il traffico organico e quello a pagamento atterreranno su diversi Store Listing, garantendo agli sviluppatori di app un maggiore controllo sulle loro campagne di Paid User Acquisition, con un conseguente aumento delle conversioni e della crescita della base utenti.

Con le Custom Product Page, saremo infatti in grado di mostrare diverse pagine di prodotto (fino a 35 versioni diverse) agli utenti, a seconda del canale di acquisizione o della campagna pubblicitaria da cui sono arrivati.

A differenza della feature Product Page Optimization, in questo caso l'icona della nostra app rimarrà la stessa. Tuttavia, saremo in grado di mostrare diversi screenshots, anteprime video e testi promozionali per ogni pagina.

Ovviamente, grazie agli App Analytics di Apple, saremo anche in grado di analizzare tutte le metriche di performance, dalle impressions ai downloads, di ognuna delle 35 diverse versioni.

Il maggior vantaggio di questa feature, è che potremo personalizzare lo Store Listing in base a ciò che comunichiamo nelle campagne di advertising: se, per esempio, parliamo di una specifica funzionalità in uno dei nostri annunci, potremo personalizzare la pagina prodotto in modo da rendere rilevante quella precisa feature. In questo modo avremo una comunicazione più consistente, e quindi una migliore esperienza utente.

In-App Events per migliorare la retention

Gli In-App Events potrebbero rappresentare una novità importantissima per mantenere attivi i nostri utenti.

In poche parole, tramite gli In-App Events potremo rimanere in contatto con gli utenti della nostra app tramite la trasmissione live di video che compariranno nella pagina dello Store al posto degli screenshots (solo per gli utenti che hanno già scaricato l’app).

Questa nuova funzionalità, se coordinata con una mirata strategia di mobile CRM, potrà rappresentare una potente arma per migliore i tassi di retention e conversione dei clienti della nostra app.

                                                                                         Anteprima degli In-App Events - Fonte Apple

Conclusioni

Dopo l’introduzione di iOS 14 che ha sconvolto il mondo della Paid User Acquisition per app mobile, Apple sta proseguendo la sua marcia verso la rivoluzione del mobile marketing.

Con iOS 15, tuttavia, i marketers e gli sviluppatori di app non dovrebbero preoccuparsi troppo, in quanto le novità che saranno introdotte rappresentano una vera e propria opportunità di migliorare le strategie di ASO - App Store Optimization - per le app disponibili sulla piattaforma iOS.

Detto ciò, da ogni grande opportunità deriva sempre un’ancor più grande responsabilità, che in questo caso è quella di rimanere informati e, qualora non si abbiano risorse necessarie interne al team, di rivolgersi ad un team di esperti per farsi guidare in quella che sarà una vera e propria rivoluzione dell’ASO.


Hai bisogno di supporto per impostare una strategia di App Store Optimization che garantisca risultati immediati? Contatta Lorenzo Rossi, Head of Growth e Co-founder di REPLUG, scrivendo a lorenzo@rplg.io.